SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

Re del Marocco fermato in mare: scambiato per trafficante di migranti

Una motovedetta spagnola ha fermato in mare il re del Marocco provocando un incidente diplomatico

Abbonamenti SVN
ADV
Ceuta (Spagna) – Una motovedetta spagnola, in un’ispezione nell’ambito delle operazioni di contrasto alla migrazione clandestina, il 7 agosto scorso (la notizia è trapelata solo ieri), ha fermato una barca a motore a largo di Ceuta, un'enclave spagnola in Marocco.

I militari saliti a bordo della lancia hanno chiesto i documenti dei presenti creando un incidente diplomatico.

In coperta è salito un uomo che ha chiesto agli agenti se sapessero a chi apparteneva quella barca e chi fosse presente a bordo. Alla risposta negativa degli agenti spagnoli, l’uomo si è tolto i grandi occhiali da sole facendosi riconoscere come Moahmed VI, re del Marocco.

Mohamed VI possiede una villa a pochi chilometri da Ceuta e spesso fa delle passeggiate in barca in quel tratto di mare, il fermo della barca del monarca ha quindi dato vita a un incidente diplomatico che ha richiesto l’intervento dei ministri degli esteri dei due paesi per essere sedato.

E’ probabile che l’ufficiale al comando della motovedetta spagnola, ricorderà per sempre il momento in cui ha fermato quella barca.

Ceuta