NSS Vendita
ADVERTISEMENT
NSS Vendita
ADVERTISEMENT
martedì 3 ottobre 2023
NSS Charter
  breaking news

Joshua, la leggendaria barca di Bernard Moitessier, ritorna in mare

Otto mesi di lavori per riportare in acqua Joshua, la barca di Moitessier. I lavori hanno riguardato soprattutto la sostituzione di alcune lamiere dello scafo corrose dalla ruggine.

Joshua, la leggendaria barca di Bernard Moitessier
Joshua, la leggendaria barca di Bernard Moitessier

Otto mesi di lavori per riportare in acqua Joshua, la barca di Moitessier. I lavori hanno riguardato soprattutto la sostituzione di alcune lamiere dello scafo corrose dalla ruggine.

Torna in acqua, dopo un restauro durato alcuni mesi, Joshua, la mitica barca del celebre navigatore francese Bernard Moitessier.

I lavori, iniziati nell’autunno del 2022, sono stati condotti a La Rochelle, in Bretagna, e hanno riguardato principalmente la sostituzione delle lamiere danneggiate dello scafo che in alcuni punti si erano ridotte allo spessore di una cartina da sigarette per via della ruggine.

Data la sua iconicità, il restauro è stato particolarmente conservativo ed è stato mantenuto circa l’80% dei materiali originali, come dichiarato dal responsabile del cantiere navale

Inconfondibile, nel suo colore rosso vivo e con due grandi occhi disegnati sui masconi, Joshua è stata costruita in Francia all’inizio degli anni Sessanta. La scelta dell’acciaio come materiale fu fatta dall’armatore che, reduce da due naufragi con imbarcazioni in legno, voleva una barca che fosse al tempo stesso robusta e facile da manutenere.

Armata a ketch, con gli alberi realizzati utilizzando due vecchi pali telegrafici, il suo nome fu un omaggio a Joshua Slocum, l’americano che per primo fece il giro del mondo in solitaria tra l'aprile 1895 e il giugno 1898 .

Per vent’anni è stata la compagna fedele di Moitessier; ricordiamo in particolare la partecipazione alla prima edizione della Golden Globe, la regata in solitaria e senza scalo intorno al mondo, nel 1968, da cui nacque il libro La lunga rotta. Malgrado fosse in testa e in direzione dell’arrivo, abbandonò clamorosamente la competizione e fece un altro mezzo giro del pianeta fino a Tahiti.

Nel 1982 la barca naufragò nel Golfo del Messico a seguito di un uragano e venne regalata a due ragazzi. Oggi è di proprietà del Museo Marittimo de La Rochelle. “Doveva essere riportata al suo stato originale, non essere trasformata, così da conservare la sua anima e l'anima di Moitessier ", ha spiegato il direttore tecnico, Jean-Marc Duboc.

Prima di tornare a navigare con gli equipaggi dell'Associazione amici del museo marittimo, che ha raccolto i fondi necessari al restauro, saranno necessari alcuni lavori al motore.

Dopo quattro anni di fermo, gli skipper dell'associazione dovranno anche riprendere confidenza con la barca prima di affrontare il programma estivo, che prevede la partecipazione di Joshua alle Voiles de Nuit al Grand Pavois 2023,

Joshua dovrebbe prendere parte alle Voiles de Nuit il prossimo settembre e la sua presenza è stata richiesta anche al Festival des Aventuriers di Lorient.

© Riproduzione riservata

Lascatutto Lascatutto Lascatutto
ADVERTISEMENT
Slam Slam Slam
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI