SVN logo
SVN solovelanet
venerdì 27 novembre 2020

Yemen: liberato il solitario francese Alain Goma

Era stato arrestato a Al-Hudaida il 3 giugno scorso appena arrivato in porto, ora è libero

Abbonamenti SVN
ADV
Parigi (Francia) – E’ l’Eliseo a dare la notizia che Alain Goma è finalmente libero. Il navigatore solitario lo scorso 3 giugno, spinto dalla carenza di acqua potabile a bordo, aveva attraccato nel porto di Al-Hudaida nello Yemen senza sospettare che questo fosse al centro di una guerra civile estremamente sanguinosa. Nella zona erano già morti più di 10.000 civili. Alain, giunto in porto, era stato immediatamente “arrestato” e trasferito nel deserto da dove per mesi non era arrivato alcun segnale di vita.

Il 50enne voleva fare una rotta inconsueta per un solitario, partito nell’agosto del 2017, era arrivato a Gibuti, nel corno d’Africa, da dove era ripartito per far rotta verso l’indiana Goa. Nella traversata aveva incontrato poco vento, cosa che aveva allungato il suo viaggio di molti giorni, e quando aveva capito che non ce l’avrebbe fatta a raggiungere Goa con l’acqua che aveva a bordo, piuttosto ingenuamente si era diretto sul porto più vicino con l’idea di fare acqua e ripartire.

Quando in Yemen si dice che un uomo è stato arrestato è come se questo fosse stato rapito, nessuno sa dove i prigionieri stranieri sono portati, e tutto dipende da quale milizia ha operato.

In un posto dove si uccide anche solo per gioco, la vita umana vale poco e nulla e riuscire a liberare qualcuno è un lavoro molto lungo che la diplomazia francese ha portato avanti nel silenzio più assoluto sollecitata dalla pressione che la famiglia di Alain ha fatto attraverso i mass media.

E’ stata coinvolta, fa sapere l’Eliseo, l’Arabia Saudita e l’Oman che i francesi hanno ringraziato per l’opera svolta.