SVN logo

Pronta la Portofino Rolex Trophy

Parte giovedì 17, la regata della Rolex dedicata alle grandi barche d'epoca

Abbonamenti SVN
ADV
Portofino - Le signore del mare tornano a Portofino per partecipare al Portofino Rolex Trophy, la manifestazione che lo Yacht Club Italiano e Rolex dedicano alle barche d’epoca che hanno fatto la storia dello yachting mondiale.

Il borgo ligure accoglierà le uniche quattro imbarcazioni della Classe 15 metri Stazza Internazionale ancora esistenti Mariska (1908), Hispania (1909), Tuiga (1909) e The Lady Anne (1912), e della Classe 5.50 metri Stazza Internazionale che regateranno nelle acque del Golfo Marconi da giovedì 17 al sabato 19 settembre.

La Classe 5.50 metri Stazza Internazionale nasce nel 1949 su iniziativa dell’architetto inglese Charles E. Nicholson che ne realizzò il primo esemplare, The Deb. La classe ebbe un immediato successo con una rapida e brillante diffusione in tutto il mondo. Con una lunghezza di oltre 9 metri, i 5.50m S.I. sono barche eleganti, ma in pari tempo un concentrato di tecnica; con un equipaggio di tre persone, richiedono grandi doti sia tecniche che fisiche: in particolare con condizioni di vento forte è necessario un grande affiatamento tra il timoniere e i due uomini alle manovre.

Negli anni Cinquanta e Sessanta l’Italia è stata tra i protagonisti della Classe; tra i suoi campioni vanno ricordati Max Oberti e Agostino Straulino, già campione olimpionico nella Classe Star, che, con Grifone, fu campione del mondo nel 1965. I 5.50m S.I. sono stati Classe Olimpica dal 1952 al 1968.

A Portofino saranno in regata Carabella di Alfredo Delli , Tara di Maria Cristina Rapisardi, Whisper di Richard Leupold, Kukururu di Giuseppe Matildi, Manuela V di Guido Tommasi e CinqueCinque di Alain Marchand.

Il Portofino Rolex Trophy si concluderà sabato 19 con la premiazione e con il Rolex Dinner Party riservato ad armatori, ospiti ed equipaggi in programma sul molo di Portofino.

© Riproduzione riservata