SVN logo
SVN solovelanet
domenica 29 novembre 2020

Volvo Ocean Race Scallywag: uomo in mare

Nell’Oceano Pacifico Scallywag perde un uomo in mare e lo recupera in pochi minuti

Abbonamenti SVN
ADV
Oceano Pacifico – Oggi (domenica 14 gennaio) nell’Oceano Pacifico è una bella giornata, Scallywag, la barca del Team cinese impegnato nella corsa della quarta tappa di questa edizione della Volvo Ocean Race partita da Melbourne in rotta verso Hong Kong, corre velocissima e sul ponte il suo equipaggio si gode la bella giornata. Nessuno ha le scarpe e tanto meno la cintura o il giubbotto salvagente. D’altra parte non ci sono onde. Improvvisamente qualcuno urla “Man overboard!”.

Ci vuole un attimo e la tensione sale altissima, tutti corrono al loro posto, Annemieke Bes punta l’uomo in mare, l’australiano Alex Gough, senza mollarlo un attimo, contemporaneamente viene attivata la funzione man overboard sul tablet di bordo.

La barca è velocissima, David Witt, lo skipper, è al timone e dice che andranno a usare il motore per recuperare l’uomo anche se poi, come si vede nel video, non ce ne sarà bisogno.

Alex non ha giubbotto, ma neanche scarpe e pantaloni che potrebbero rendergli più faticoso rimanere a galla.

I grinder lavorano velocemente e la barca manovra prontamente, Annemieke indica il punto in cui si trova Alex e Scallywag come un fulmine raggiunge l’uomo in mare. Due uomini dell’equipaggio stendono una cima da prua a poppa assicurandola alle gallocce e lasciandola penzolare in acqua.

Nel momento in cui Scallywag passa vicino a Alex, questi si afferra alla cima e in un secondo viene ritirato a bordo.

Manovra perfetta, uomo in mare recuperato e su Scallywag si tira un sospiro di sollievo e si torna a pensare alla corsa della Volvo Ocean Race.