solovela.net
lunedì , 27 gennaio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Arcona 465, lo stile svedese
Arcona 465, lo stile svedese
Arcona
Arcona 465, lo stile svedese

Il cantiere scandinavo Arcona ha presentato i progetti del suo nuovo 46 piedi

Gustavsberg, Svezia – Uno dei più conosciuti cantieri svedesi, l’Arcona, ha presentato i disegni del suo prossimo modello, l’Arcona 465. Il cantiere che già produce altri quattro modelli, il 340, 380, 410 e 430, si vuole spingere un gradino più su nella scala dei suoi yachts.

Gli Arcona sono barche costruite molto bene anche se i disegni non sono di ultima generazione, ma in Scandinavia le barche sono fatte per navigare al meglio nei tormentati mari della regione e qui le grandi plancette di poppa per fare il bagno in un mare dove la temperatura dell’acqua difficilmente supera i 15 gradi d’estate non sono molto usate.

Il nuovo 465 che sarà anche l’ammiraglia della flotta Arcona, è un fast cruiser e per la prima volta, per il cantiere, sarà una barca completamente in carbonio.

L’Arcona vuole produrre un'imbarcazione molto veloce e particolarmente resistente e così ha deciso di realizzarla con le stuoie nere per avere una barca di 46 piedi che stia sotto le 10 tonnellate.

Gli interni, tre cabine e tre bagni, sono molto classici e finemente realizzati come è nella tradizione del cantiere.

Il 465 nasce dall’esigenza del mercato inglese, il primo per il cantiere svedese, questo il motivo per cui ha adottato alcune soluzioni estetiche proprie della tradizione velica della Gran Bretagna.

http://www.arconayachts.se/
27/ott/2015

SVN 49

RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti