SVN logo
SVN solovelanet
domenica 29 novembre 2020

Scuffia China Team e cambia il format

Capovolgimento in mare durante gli allenamenti per il team orientale, che sarà tuttavia oggi ai blocchi di partenza per le sfide di match race, per cui sono state apportate alcune modifiche al format

Abbonamenti SVN
ADV
Plymouth - Durante la giornata di ieri alcuni team sono tornti ad allenarsi in vista dell’inizio dell’evento di match race, in programma a partire da domani. A prendere il mare, nonostante condizioni meteo al limite, sono stati China Team e Artemis Racing, mentre gli altri hanno preferito godere di un’altra giornata di riposo. Mentre gli svedesi hanno portato a termine la loro sessione senza problemi, China Team ha scuffiato. Nessun infortunato a bordo, ma ala seriamente danneggiata. "C'era molta aria – ha detto Will Howden, floater di China Team - stavamo andando di bolina e abbiamo iniziato a poggiare. Un'onda particolarmente grande ci ha sollevato e quindi ci ha fatto ingavonare. Sfortunatamente, mentre stavamo scuffiando di prua, il vento ha fatto rotare l'elemento posteriore del’ala. Una volta che l'albero ha toccato l'acqua, la parte posteriore dell'ala, a quel punto scarica dal vento, ha urtato con grande violenza la superficie del mare subendo ingenti danni. A qual punto il lavoro è stato completato dalla barca, che ha terminato il ribaltamento aggiungendo danno a danno". Appena rientrati nel Millbay Harbour, gli uomini di China Team hanno alato la barca in modo da iniziare immediatamente i lavori di riparazione che sperano di completare in tempo per oggi.
Nel frattempo, è stato modificato il formato del Match Racing Championship rispetto a Cascais. Oggi e domani si disputeranno le regate di qualificazione, seguite venerdì e sabato dai turni ad eliminazione diretta e dalle finali. “Tutti prenderanno parte alle regate di qualificazione – ha spiegato Iain Murray, direttore corse - in programma mercoledi e giovedi, mentre venerdì e sabato si disputeranno unicamente sfide uno contro uno. Crediamo sia un fomato più coinvolgente ed emozionante tanto per i team, quanto per il pubblico”. La particolare formula permetterà anche all’ultimo classificato al termine della prima fase di poter comunque raggiungere la finale.
Domenica 18 settembre, tutti e nove i team si ritroveranno sulla linea di partenza della regata di flotta secca che assegnerà il successo nel Plymouth Fleet Racing Championship. Lunga una quarantina di minuti, la prova sarà senza appello e garantirà a tutti le stesse possibilità di successo.