SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 30 novembre 2020

L'ultima di Branson: la Fossa delle Marianne

Dopo il giro del mondo in mongolfiera e il tentativo di traversata nord-atlantica, il magnate che ha fondato la Virgin proverà a spingersi negli abissi più profondi del pianeta

Abbonamenti SVN
ADV
Newport - Non si ferma Richard Branson, il multimilionario sessantunenne fondatore della Virgin, che dopo aver cercato di fare il giro del mondo in mongolfiera e il record di traversata nord-atlantica a vela, ha messo nel mirino una nuova sfida: scendere a oltre diecimila metri di profondità.
Il costo dell'impresa ammonta a dieci milioni di euro, in gran parte spesi per la realizzazione del Deepflight Challenger, una capsula trasparente in titanio e fibra di carbonio costruita da Hawkes Ocean Technologies, lunga cinque metri e mezzo e capace di resistere alla pressione di mille atmosfere, per esplorare nei prossimi due anni cinque delle fosse oceaniche più famose al mondo. Tra queste, la Fossa delle Marianne, che con i suoi 11 mila metri di profondità costituisce il punto più profondo del pianeta.