SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

Le 10 sanzioni più frequenti

Le capitanerie hanno reso noto l’elenco delle 10 sanzioni comminate più spesso ai diportisti

Abbonamenti SVN
ADV
La lista delle irregolarità nelle quali può incorrere un diportista è lunga. La quantità di sanzioni esistenti è tale che spesso neanche i tutori dell’ordine si ritrovano e fanno errori, errori che spesso, nei casi più onerosi, finiscono in tribunale dove i magistrati non possono fare altro che annullare le sanzioni. Un’attività che in alcuni tribunali italiani è così intensa da portare ritardi nello svolgimento delle altre udienze.

Da qui la richiesta che arriva da più parti di aumentare il livello di preparazione degli agenti che fermano le barche in mare.

In questo mare di sanzioni ce ne sono alcune che si ripetono più spesso di altre, le Capitanerie di Porto hanno provveduto a redigere una classifica di queste, di seguito le prime 10:

1. Mancato rispetto del limite di navigazione costiera.
2. Mancanza di patente nautica dove richiesta. Le multe salgono ed è possibile aggiungere alla sanzione amministrativa anche la sospensione della patente.
3. Guida con patente scaduta.
4. Mancato rispetto della distanza di sicurezza dalla boa sub.
5. Pesca sportiva con attrezzi non consentiti.
6. Rispetto della navigazione nelle aree marine protette da vincoli non segnalati.
7. Mancato rispetto delle dotazioni minime di sicurezza e dei mezzi di salvataggio.
8. Comando di unità in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Sono previste anche pene accessorie come la sospensione della licenza di navigazione per 30 giorni o la sospensione di 6 mesi per la patente.
9. Mancanza copertura assicurativa. È previsto anche il sequestro dell’unità.
10. Certificazioni di sicurezza scadute o mancanza di certificazione.