SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

La Campania apre alle uscite in mare

Alla fine il Presidente della Regione Campania De Luca ha permesso anche ai campani non solo di fare manutenzione, ma ance di uscire in barche per diporto. Nel frattempo in Lombardia si chiede di potersi recare in Liguria per fare manutenzione alla barca

Abbonamenti SVN
ADV
Napoli – De Luca, il governatore che con il pugno di ferro è riuscito a tenere i campani dentro casa, a fronte dei risultati raggiunti decide di permettere ai soli nuclei familiari di uscire in mare.

Con una nota esplicativa il Presidente della Regione permette non solo di fare manutenzione alla barca, ma anche di uscire in mare con i familiari.

Su un punto però De Luca è stato irremovibile: niente uscite in comitiva con gli amici e gli amici degli amici, niente file lunghissime di barche una legata all’altra in baia per poter fare baldoria. In barca si esce solo con il nucleo familiare, ovvero con le persone con le quali già si convive.

Mentre De Luca apre in una regione dove il numero dei contagi è diventato particolarmente basso, in Lombardia, dove la decrescita dei contagi è molto più lenta e ancora si registrano più di 400 nuovi malati al giorno e oltre 70 morti, si fa una battaglia a suon di emendamenti perché si vuole che i diportisti delle regioni che non hanno sbocco al mare, prevalentemente Piemonte e Lombardia, possano recarsi nelle regioni limitrofe dove si trovano le loro barche per fare manutenzione.

I promotori dell’iniziativa alla quale si sta interessando anche Assonautica sostengono che i diportisti lombardi sono discriminati e costretti a subire dei danni da mancata manutenzione.

Dagli uffici dei governatori della Liguria e della Toscana fanno sapere che, comunque, nel breve termine, non consentiranno l’accesso alle loro regioni.