venerdì 19 luglio 2024
  aggiornamenti

Salvataggio in Oceano durante l'Ocean Globe Race

Salvataggio in Oceano per Stéphane Raguenes, membro dell'equipaggio dello Swan 53 "Triana" gravemente ferito a una gamba

L'elicottero che soccorre Stéphane Raguenes
L'elicottero che soccorre Stéphane Raguenes
Pardo Pardo Pardo
PUBBLICITÀ

Dopo due giorni dall’incidente Stéphane Raguenes è stato finalmente soccorso e portato in ospedale per ricevere le cure mediche necessarie. Per capire di cosa stiamo parlando dobbiamo fare un passo indietro e tornare al 17 settembre quando Stéphane Raguenes a bordo di Triana, uno Swan 53 impegnato nella corsa della Ocean Globe Race, è rimasto gravemente ferito a una gamba.

Stéphane durante la navigazione in condizioni meteo avverse è scivolato sul ponte, causando una grave lacerazione dietro al ginocchio. Inizialmente, è stato portato sotto coperta per ricevere cure mediche immediate e stabilizzare la sua condizione, con l'assistenza dell'organizzazione di telemedicina MSOS 24 ore su 24. Nonostante le gravi ferite, Stéphane era cosciente e in grado di comunicare con i suoi compagni di equipaggio.

Lo skipper della barca, Jean d’Arthuys, inizialmente ha pianificato di dirigere verso il porto più vicino per ottenere cure mediche appropriate per Stéphane. Tuttavia, a causa della mancanza di vento e di un motore guasto, è diventato chiaro che l'unico modo per garantire un rapido intervento era quello di richiedere soccorso.

Alle 07:20 UTC del giorno successivo, il capitano Jean d’Arthuys ha contattato il controllo della Ocean Globe Race per richiedere un medivac urgente. L'equipaggio non poteva più aspettare e aveva bisogno di assistenza immediata per Stéphane, e l'operazione di soccorso è stata lanciata senza indugio.

Il Centro di Coordinamento per il Soccorso Portoghese, con il supporto delle forze armate portoghesi e del Centro di Coordinamento per il Soccorso Griz Nez francese, ha coordinato l'operazione di salvataggio. Triana al momento dell’operazione si trovava a circa 225 miglia dall'isola di Madeira, rendendo l'evacuazione aerea l'unica opzione sicura.

Un aereo a elica è stato inviato in anticipo per valutare la situazione, arrivando sopra il luogo dell'incidente alle 15:15 UTC, precedendo l'elicottero. Gli uomini del Triana hanno trasferito Stéphane sulla zattera insieme a tre membri dell'equipaggio in attesa dell’arrivo dei soccorsi.

Nonostante le condizioni difficili con onde alte 2,5 metri e venti da 17-20 nodi, l'elicottero è arrivato alle 16:45 UTC e ha con successo issato Stéphane dalla zattera di salvataggio nell'elicottero. L'elicottero ha poi volato verso l'isola di Madeira, dove Stéphane è stato consegnato al personale medico.

Alle 18:30 UTC, il MRCC del Portogallo ha confermato che Stéphane era atterrato in sicurezza all'aeroporto di Funchal sull'isola di Madeira e aveva ricevuto cure mediche appropriate. Attualmente, sta recuperando bene dalle sue ferite.

Il Triana ha quindi ripreso la navigazione e ora è di nuovo in testa tra le barche della sua classe, posizione che aveva dovuto lasciare al momento dell’incidente.

L’Ocean Globe Race

L’Ocean Globe Race è partita il 10 settembre 2023 da Southampton, nel Regno Unito, dando il via a una regata lunga 27.000 miglia attraverso gli oceani. La flotta è stata divisa in tre categorie, con un totale di 14 imbarcazioni partecipanti.

Le tappe di questa sfida comprendono importanti destinazioni come Città del Capo in Sudafrica, Auckland in Nuova Zelanda e Punta del Este in Uruguay, prima di concludersi nuovamente nel Regno Unito nell'aprile 2024.

La competizione, ispirata alla leggendaria Whitbread Round the World Race del 1973-74, si svolge in un'atmosfera retrò, senza lusso di budget milionari o il supporto della tecnologia moderna, con equipaggi principalmente formati da appassionati dilettanti della vela.

© Riproduzione riservata

SVN VIAGGI SVN VIAGGI SVN VIAGGI
ARTICOLI DI VIAGGI
WhatsApp SVN WhatsApp SVN WhatsApp SVN
CANALE WHATSAPP