sabato 22 gennaio 2022
SVN SUPPORT
  breaking news

Ropeye, il golfare del futuro

Ropeye, azienda meccanica estone, realizza il golfare in tessile

Tallinn, Estonia – Una volta c’erano i golfari della Wichard in acciaio inox e a loro era deputato il compito di supportare pastecche o altre attrezzature di coperta che andavano incocciate in coperta, oggi, le attrezzature di coperta stanno cambiando rapidamente e il tessile è sempre più presente, perciò anche i vecchi golfari in acciaio vengono sostituiti da quelli in carbonio e tessile. Questa è stata l’idea e il progetto della Ropeye, azienda meccanica estone il cui risultato sembra essere ottimo.

La Ropeye realizza un golfare tessile. Questo ha una base di carbonio larga 5 centimetri alla quale è assicurato un anello tessile della Maffioli che può essere “Uncovered Single Braid”, singola treccia senza guaina, o “Covered double Braid”, un anello a doppia treccia con guaina.

L’anello di tessile passa attraverso un passascafo di materiale plastico che va inserito nel ponte e esce in coperta. A questo si può applicare un Self-Locking Rings (anello di materiale plastico o metallico con scanalatura per accogliere la cima dell’anello).

Il sistema è stato concepito prevalentemente per le barche da regata che hanno bisogno di punti sul ponte dove incocciare i bozzelli dei paranchi delle volanti o di altre attrezzature di coperta, ma, sicuramente, tra qualche tempo, vedremo queste attrezzature anche sulle barche da crociera.

© Riproduzione riservata

Lascatutto Lascatutto Lascatutto
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

CATEGORIE ARTICOLI

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?