SVN logo

Francia e Italia collaborano per la salvaguardia del mare

Dietro le quinte della politica le due nazioni portano avanti diversi progetti tra i quali Sicomar Plus

Abbonamenti SVN
ADV
Firenze – Nonostante le frizioni che si stanno consumando sul fronte politico tra l’Italia e uno dei nostri maggiori partner commerciali, la Francia, le due nazioni continuano a portare avanti molte iniziative comuni, tra le quali Sicumar Plus, un progetto che riguarda chi naviga in Tirreno.

Sicomar Plus è un progetto che rientra all’interno del programma europeo di cooperazione marittima transfrontaliera fra Italia e Francia (Interreg marittimo Italia-Francia). L’iniziativa ha preso il via nel giugno 2018 (la conclusione è prevista per il 31 maggio 2021), e può contare su un budget complessivo di oltre 6,5 milioni di euro (6.688.230,14 per la precisione), finanziato per l’85% attraverso il Fondo europeo di sviluppo regionale (5,7 milioni circa) e il restante 15% con risorse nazionali.

Capofila nel progetto è la Regione Toscana, in partenariato con altri 15 soggetti tra Toscana, Sardegna, Liguria, Corsica e Paca (Provenza, Alpi e Costa Azzurra) appartenenti al mondo scientifico e accademico, che hanno messo in campo competenze ed esperienze specifiche sul tema.

L’obiettivo è quello di contribuire a ridurre i rischi legati agli incidenti nella navigazione e le loro conseguenze sulla vita umana, i beni e l’ambiente, attraverso la realizzazione di un sistema coordinato di strumenti di governance, metodi innovativi di sorveglianza altamente tecnologici e nuovi servizi di sicurezza in mare.

Sistema che agirà soprattutto nell’alto Tirreno e in particolare nel santuario dei Cetacei.