SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

Il servizio di soccorso volontario francese chiede aiuto

L’SNSM, il soccorso volontario in Francia, prevede per il 2017 un buco di bilancio e chiede un aiuto preventivo

Abbonamenti SVN
ADV
Parigi (Francia) – L’SNSM, l’organizzazione privata che in Francia assicura buona parte del servizio di soccorso in mare, annuncia di prevedere per il 2017 un buco di bilancio di circa 3 milioni di euro (su 27 di bilancio annuale) cosa che non gli consentirebbe di rinnovare il parco barche come pianificato e di continuare a fare formazione ai suoi 8.000 volontari.

L’SNSM al pari della sua omologa inglese RNLI, sopravvive grazie a donazioni di privati e aiuti da parte degli enti locali e dello stato (in parte minima). Il progressivo inaridirsi dei versamenti statali agli enti locali ha costretto questi a un clima di austerity che sta mettendo in crisi l’SNSM.

Da qui ha origine la richiesta di aumentare il contributo Stato portandolo al 25% del bilancio della SNSM. La domanda ha generato proteste che si sono alzate da molte parti nel mondo della nautica francese di chi teme che un aumento del contributo statale sia preludio a una letta nazionalizzazione della SNSM.


http://www.snsm.org