SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 24 settembre 2020

Si è chiuso il salone dei multiscafi a La Grande Motte

Numerosi i modelli in esposizione e buona l’affluenza di pubblico per la più importante kermesse di multiscafi in Mediterraneo

Abbonamenti SVN
ADV
La Grande Motte(FR) – Si è chiuso ieri il salone dedicato ai multiscafi della Grande Motte in Francia. Questo è il più importante salone nautico completamente dedicato ai multiscafi.

Presente l’intera produzione europea di Catamarani e una buona rappresentaza di barche prodotte in paesi exstraeuropei.

Lagoon e Fontain Pajot hanno giocato la parte del leone presentandosi con la gamma quasi al completo. I due colossi della nautica a doppio scafo, sono ormai la realtà più consolidata sul mercato con prodotti industriali che puntano molto sull’ottimo rapporto qualità prezzo, gli interni accattivanti e la facilità di conduzione, senza cercare ne le performance, né la comodità di navigazione, caratteristiche non richieste dalla tipologia di velista che si avvicina a questi pordotti.

Oltre la Fontain Pajot e la Lagoon, si sono presentati all’appuntamento tutti i cantieri della ricca produzione francese. Tra questi uno dei più visitati è stato il Nauthitec con il nuovo 40 piedi di Marc Lombard, una barca con buone prestazioni veliche e con finiture superiori ad un prezzo ragionevole.

Presenti, logicamente, anche Outremer e Catana che qui hanno la sede dei loro cantieri. In particolare Catana ha portato il nuovo 59 che rompe con la produzione precedente proponendo linee completamente nuove e promettendo performance molto elevate.

La produzione di casa nostra e'stata rappresentata da Mattia che ha ben figurato con il suo 52, barca interessante sia come qualità costruttiva che come finiture.

Uno scafo leggero e performante concorrente diretto di Catana e Outremer. Insieme a Mattia, presente anche la Comar che ha portato i modellini della sua nuova serie di catamarani, il Comet Cat 37 e 62.

Sicuramente è stato quest’ultimo il cantiere che ha suscitato la maggiore curiosità tra i presenti. Le barche, con uno stile e un carattere molto definito, sono state oggetto di grande attenzione del pubblico e della concorrenza francese che considera quello dei catamarani un proprio territorio esclusivo.

Molti altri cantieri presentavano imbarcazioni ormai datate come Leopard con il 39 e il 44 e Privilege con il 49 e il 65.

Il pubblico si è mostrato interessato e appassionato. Un salone da visitare, un po’ vecchia maniera, nessuna ostentazione, tutto molto low profile, tanta passione e un clima sereno e ottimista, sicuramente in controtendenza con quello che si vede in altri saloni.