solovela.net
giovedì , 20 febbraio 2020

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: Alinghi: “La Coppa negli Emirati”
Alinghi: “La Coppa negli Emirati”
NewsRegate/10/AlinghiGenova2_nhp.jpg Alinghi in navigazione, durante gli allenamenti di Genova
33ma America’s Cup
Alinghi: “La Coppa negli Emirati”

Il defender ha ribadito ancora una volta di prediligere la scelta di Ras-Al-Khaimah. Per Bertarelli e soci la località araba è la migliore per ospitare la storica brocca a febbraio

Ras Al Khaimah - Nuove schermaglie di Coppa. Già, perchè come era atteso da tempo, Bmw Oracle non ha esitato a riportare al storica brocca davanti alle aule di tribunale sottoponendo all’attenzione dei togati dello Stato di New York la convenienza di disputare l’evento a Ras Al Khaimah, negli Emirati Arabi Uniti. Motivi di sicurezza e scarsità di infrastrutture sono i punti su cui il sindacato di Larry Ellison ha mosso le proprie obiezioni, anche se i più maligni vedono in questa nuova azione legale la paura che le arie leggere del Golfo Persico possano favorire tremendamente il più leggero catamarano di Alinghi.
Proprio il defender non ha esitato a chiarire la propria posizione, per mano di un comunicato firmato dallo skipper Brad Butterworth. “Ancora una volta – si legge nella nota – il Golden Gate Yacht Club è intenzionato a vincere la coppa nelle aule di tribunale e non in mare, come dimostra la sua settima causa legale. Il nostro team è tuttavia pronto per regatare a febbraio a Ras Al Khaimah, e si sta allenando per prepararsi alla sfida nel migliore dei modi”.
Butterworth risponde seccamente ai dubbi legati alla sicurezza, sollevati dagli statunitensi per la vicinanza dell’emirato ad alcune isole di proprietà dell’Iran. “Come fiduciari della Coppa – continua lo skipper neozelandese – siamo convinti che Ras Al Khaimah è una sede sicura e legittima per disputare la prossima Coppa America. Tiger Woods viene negli Emirati a giocare a golf, Roger Federer a tennis, e lo stesso Russell Coutts spesso disputa regate in questi luoghi. Inoltre, si nota che i loro dubbi sulla sicurezza sono infondati perchè sono già venuti qui con una delegazione e stanno provvedendo ad organizzarsi per la sfida di Coppa”.
Sull’argomento sono intervenute anche le autorità dell’emirato arabo attraverso Kater Massad, consigliere dello sceicco Saqr Al Qasimi. “Il nostro emirato – ha detto – ha ottimi rapporti con gli Stati Uniti, tanto che molti turisti vengono qui ogni anno. Non c’è alcun motivo di preoccupazione, anche perchè conteremo sull’appoggio di tutte le forze dell’ordine disponibili”.
06/ott/2009

GC42LC
RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti