solovela.net
mercoledì , 18 settembre 2019

Seguici su Facebook Seguici su You Tube
back » la notizia: L’Atlantico in Star: Noseda è quasi al centro dell’Atlantico
SVN: la vela nel web SVN solovelanet

Leggi il numero on-line

L’Atlantico in Star: Noseda è quasi al centro dell’Atlantico
Noseda
L’Atlantico in Star: Noseda è quasi al centro dell’Atlantico

Dario Noseda con il suo Star continua il tentativo di record ed è quasi a metà strada

Atlantico – Dario Noseda, il 49enne che sta sfidando l’oceano Atlantico a bordo di una Star, dopo essere ripartito dalle isole di Capo Verde la settimana scorsa e aver iniziato la traversata oceanica, è prossimo a passare la metà del suo percorso. Il passaggio dovrebbe avvenire questa notte.

Dario si sta dirigendo verso le Bahamas, a Nassau, dove arriverà prima di Natale. Al momento sta camminando molto bene, tenendo una media di 5,2 – 5,5 nodi e se procede così è molto probabile che arriverà puntuale al suo appuntamento con la gloria.

Dario, che comunica costantemente con la moglie Silvia per mezzo di SMS satellitari, è molto stanco, ma anche molto determinato a portare a termine la sua impresa. Nella prima tappa, quella che lo ha portato a Mindelo nelle isole di Capo Verde dove ha potuto sostituire le batterie che si erano dimostrate troppo piccole, Dario ha perso 5 chili di peso e almeno altri tanti li perderà nella traversata.

Noseda timona circa 19-20 ore al giorno, affidando la barca al pilota automatico solo nei pochissimi periodi di sonno, questo soprattutto per non sfruttare troppo le due batterie da 100 amh che quando il pilota lavora sono messo a dura prova.

Nelle prossime ore il navigatore dovrà cambiare rotta e portarsi leggermente più a nord per evitare una zona di vento forte (35-40) che gli passerà a sud, per poi tornare a scendere rapidamente per evitare una zona di bonaccia che si sta formano al di sopra di lui.

Dopo l’episodio dei delfini che urtavano la sua barca per giocare e che hanno destato grande preoccupazione, Dario non ha più avuto incidenti. Ora la sua preoccupazione è solo quella di non sfruttare troppo la barca per preservare tutte le attrezzature, una rottura sarebbe una catastrofe, anche per questo è molto attento a non portare la barca in acque particolarmente agitate.

http://www.starinoceano.com/
04/dic/2017

Sailitalia
RICERCA LA
NOTIZIA
Digita la parola "chiave" e fai partire la ricerca

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER
Entra a far parte della community di SoloVela e iscriviti alla newsletter.




Privacy | Cookie Policy | crediti e contatti seguici su FACEBOOK | seguici su YouTube

© SDM S.r.l.s. P.IVA/CF 13381071003 |
Testata digitale registrata presso il Tribunale Civile di Roma Sezione per la stampa e l'informazione n. 117/2015 del 09/07/2015
Direttore responsabile Maurizio Anzillotti