SVN logo

Ragazzi mettono un disabile su di un pattino e lo mandano alla deriva

Un uomo di 46 anni gravemente menomato, è stato costretto su di un pattino e spinto in mare

Abbonamenti SVN
ADV
Lido di Camaiore, Viareggio - La capitaneria di porto allertata da un diportista ha recuperato a poco più di mezzo miglio dalla costa di Lido di Camaiore, vicino a Viareggio, un pattino con sopra un uomo di 46 anni con una forte menomazione a un braccio.

L’uomo, probabilmente senza una fissa dimora, è stato costretto nella notte tra sabato e domenica a salire sul pattino da un gruppo di ragazzi che poi lo hanno spinto in mare abbandonandolo alla deriva.

L’uomo, quando è stato recuperato, era alla deriva da cinque ore. Fortunatamente il mare era calmo.

Se un diportista non avesse avvistato il pattino, che non aveva remi, e insospettitosi avesse chiamato la Capitaneria le cose sarebbero potute andare diversamente.

Il racconto dell’uomo è in via di verifica, ma il comandante della Capitaneria, Davide Oddone, crede che sia attendibile. "L'uomo ha una menomazione a un braccio e aveva la spalla legata – spiega il comandante. - Da solo, evidentemente, non avrebbe potuto mettere in mare il pattino."

L’ipotesi più realistica sembra essere quella di un gruppo di ragazzi che abbiano voluto inveire su di un uomo senza difese.

L’allarme è scattato ieri mattina alle 10, poco prima il gestore di uno dei bagni aveva denunciato la scomparsa di un pattino di salvataggio.

Del fatto è stata interessata la magistratura.


© Riproduzione riservata