NSS CalaSardi
ADVERTISEMENT
NSS CalaSardi
ADVERTISEMENT
domenica 19 maggio 2024
NSS CalaSardi
  aggiornamenti

La barca a vela straorza e colpisce il motoscafo

Succede in una regata del Pamlico Sailing Club, una raffica improvvisa non perdona l’equipaggio [VIDEO]

La barca a vela straorza e colpisce il motoscafo
La barca a vela straorza e colpisce il motoscafo
SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER SVN GUIDE CHARTER
GUIDE DI CHARTER

Le giornate con vento rafficato sono le più difficili per le barche a vela, perché l’intensità può variare anche di 10 o più nodi in pochi secondi, causando difficoltà nella conduzione.

Nel video in apertura viene documentato un momento della regata di sabato 19 marzo organizzata dal Pamlico Sailing Club, sul Fiume Pamlico in America nella Carolina del Nord.

Il video è girato da una delle barche degli organizzatori che riprende i passaggi durante il percorso.

Due barche risalgono di bolina mure a dritta, con un vento stimato sopra i 15 nodi.

La barca sopravvento, un cabinato tra gli 8 e i 9 metri di lunghezza, naviga sbandato ma apparentemente in controllo con una traiettoria che sembra passare vicina al motoscafo.

Proprio quando si avvicina ancora arriva una raffica, la barca parte all’orza e il timoniere non riesce a correggere la rotta ed evitare l’impatto con il motoscafo.

Si nota anche come nonostante la randa fosse abbastanza lascata non si sia evitata la straorza della barca. Probabilmente l’andatura non era di bolina molto stretta, e in questi casi se non basta lascare la randa come si fa abitualmente, occorre lascare anche un po’ la scotta del fiocco per diminuire lo sbandamento e tornare ad avere un timone efficace per fare poggiare la barca.

Nella collisione sembra non essere successo nulla di grave, ma il video è abbastanza esemplificativo di cosa possa succedere nelle giornate con vento molto rafficato, dove è opportuno non fare traiettorie radenti ad ostacoli per evitare rischi.

Occorre valutare anche bene in queste giornate che velatura scegliere per avere un giusto assetto, nel caso di barche che prevedono nel piano velico un grosso genoa sarebbe consigliabile, se c’è la possibilità, di issare invece un fiocco a ridotta sovrapposizione.

© Riproduzione riservata

SVN VIAGGI SVN VIAGGI SVN VIAGGI
ARTICOLI DI VIAGGI
Ewol Ewol Ewol
PUBBLICITÀ