lunedì 15 luglio 2024
  aggiornamenti

Y Breeze 75, il day sailer che ricorda una scatola

La Y Yacht lancia un’idea innovativa messa su carta dallo studio Cossutti, la barca chiusa. Invece di avere la battagliola, questo 75 piedi ha delle murate chiuse che nell’idea del costruttore che l’ha richiesta al progettista, dovrebbe ricordare i walkaround a motore

Y Breeze 75, il day sailer che ricorda una scatola
Y Breeze 75, il day sailer che ricorda una scatola
Pardo Pardo Pardo
PUBBLICITÀ

Il nuovo Y Breeze 75 del cantiere Y Yacht, presentato a giugno a Palma di Maiorca, rappresenta un'idea innovativa nel settore delle imbarcazioni a vela. Questo day sailer di grandi dimensioni è stato progettato con murate chiuse, che ricordano i walkaround a motore, anziché avere le tradizionali battagliole.

La barca è stata concepita come un day o week sailer, ideale per brevi periodi trascorsi a bordo, divertendosi a veleggiare o rilassandosi in rada. Mentre l'idea di un day sailer non è nuova e il mercato offre numerose barche che soddisfano questa funzione, l'Y Breeze 75 si distingue per il suo coraggio nell'introdurre un nuovo approccio.

Il proprietario del cantiere, Michael Schmidt, ha fornito al progettista dello studio Cossutti indicazioni molto precise. Schmidt desiderava una barca che offrisse elementi tipici delle barche a motore, al fine di attirare l'attenzione di coloro che navigano su imbarcazioni a motore e potrebbero essere interessati a una barca a vela in grado di soddisfare le loro esigenze.

Per rispondere alle aspettative di questi potenziali clienti, Schmidt ha voluto che la barca combinasse elementi distintivi delle barche a motore con quelli di una barca a vela. Di conseguenza, al posto delle battagliole e dei pulpiti, è stata realizzata una murata chiusa alta 62 centimetri, che circonda la tuga e conferisce alla barca un aspetto compatto simile a una scatola.

Le linee del design non sono sgradevoli: la tuga è allineata alla murata e da fuori è appena percettibile. La poppa offre uno spazio enorme, molto piacevole e vivibile.

Tuttavia, sorgono dubbi legittimi se ci si immagina al timone di questa imbarcazione. Invece di avere di fronte l'immensità del mare, la schiuma che lambisce lo scafo e l'acqua che si avvicina sempre di più durante lo sbandamento della barca, ci si troverebbe di fronte a una murata chiusa, con il mare visibile solo oltre la barca.

Un altro punto di perplessità riguarda la visione che si avrebbe quando ci si trova in cucina a preparare un caffè. Nelle barche tradizionali, di solito ci sono finestre sullo scafo per garantire una maggiore luminosità e consentire al velista di essere sempre in contatto visivo con il mare. Nel caso di questo Y Breeze 75, l'unica visione disponibile sarebbe quella della murata di fronte.

Maurizio Cossutti, il progettista, che finora ha sempre ricevuto plauso per la sua abilità, insieme al suo socio, l'ingegner Ganz, spiega che c'è anche un modello di barca Wally con murate alte e chiuse, sulle quali sono state posizionate schermi che proiettano immagini del mare. È probabile che i ricchi clienti di Wally abbiano una visione diversa del mondo e della vita, ma per coloro che sono tradizionalisti e amano l'esperienza di stare a contatto con il mare e la natura, se dovessero guardare il mare solo in televisione, preferirebbero stare a casa.

Nel caso di questo Y Breeze 75, non ci sarebbe nemmeno il "placebo" dello schermo che proietta immagini del mare, rimarrebbe solo la visione della murata.

Finora, Michael Schmidt è stato un innovatore nel settore, anche se non tutte le sue iniziative hanno avuto successo. Pertanto, non possiamo respingere questo nuovo progetto a priori. Per giudicarlo correttamente, dovremo aspettare il momento in cui la barca verrà varata.

Solo a quel punto saremo in grado di determinare se, secondo il nostro punto di vista, l'idea di una murata chiusa, senza la possibilità di vedere il mare direttamente, sia vincente

© Riproduzione riservata

SVN VIAGGI SVN VIAGGI SVN VIAGGI
ARTICOLI DI VIAGGI
WhatsApp SVN WhatsApp SVN WhatsApp SVN
CANALE WHATSAPP