SVN logo

Il Boot di Dusseldorf prepara un protocollo anti Covid

Gli organizzatori del Boot, la fiera tedesca dedicata alla nautica, sono al lavoro per approvare un complesso protocollo anti Covid per l’edizione 2021

Abbonamenti SVN
ADV
Il Mets di Amsterdam, la più grande fiera al mondo dedicata al settore degli accessori, che si sarebbe dovuta tenere nel mese di novembre è stata cancellata.

Oggi la domanda che molti addetti ai lavori si stanno facendo è: si farà il Boot di Dusseldorf? La fiera tedesca per gli appassionati di nautica, i media e i cantieri, è un appuntamento imprescindibile della stagione dei saloni.

Si tratta di una delle più importanti fiere al mondo dedicate al mondo della nautica a 360 gradi. Un evento che si svolge interamente al chiuso e con la pandemia Covid 19 in corso questo rappresenta un grande ostacolo.

La comunicazione ufficiale del Boot ha fatto sapere che il salone resta in programma dal 23 al 31 gennaio, con i classici 17 padiglioni del quartiere fieristico tedesco, comunicando anche che stanno lavorando a un articolato protocollo per fare in modo che i visitatori e gli espositori si trovino in un ambiente sicuro.

Di cosa si tratta?

Qualche notizia è già trapelata. Sicuramente verranno implementati e potenziati tutti i servizi di prenotazione e ritiro dei biglietti o degli accrediti on-line. Sarà possibile visitare la fiera solo su appuntamento e a un preciso orario indicato in fase di prenotazione.

In ultimo pare che sia al vaglio l’ipotesi di test o tamponi, effettuati non oltre le 48 ore prima dell’ingresso, obbligatori da esibire per avere accesso all’area espositiva.

Il protocollo non è ufficiale e verrà comunicato più nel dettaglio a breve.

Appare chiaro come il BOOT si stia muovendo per cercare di salvare l’edizione 2021 con ogni mezzo possibile, ma molto dipenderà anche dall’andamento della pandemia a livello globale.