SVN logo

La visione di Beneteau per i piccoli First

La gamma dei piccoli First della Beneteau, ex Seascape, viene adesso ripensata con due differenti versioni degli stessi modelli

Torqeedo
ADV
C’è un po’ di marketing ma anche molta sostanza nell’operazione di Beneteau prevista sulla linea dei piccoli First. Il gruppo francese aveva acquisito il cantiere Seascape per utilizzarne le strutture al fine di poter aumentare la produzione dei propri marchi.

Con l’occasione il gigante francese aveva assorbito i modelli già esistenti rinominandoli First, dando di nuovo vita a una gamma storica del cantiere, appunto la First, alla quale, più tardi, è seguita la gamma First Yacht con il First 53 che ha poco a che vedere con la prima.

Acquisiti i modelli ex Seascape la Beneteau ha da prima tentato di tenerli immutati cambiando solo le grafiche e rinominandoli First 24 e 27, 14 e 18, ma ora ha deciso di dare nuovo impulso alla gamma e di articolare meglio l’offerta.

Beneteau ha quindi lanciato un’operazione di restyling delle grafiche e ha programmato una rimodulazione del prodotto. Nella nuova veste ogni modello First sarà disponibile in due versioni. La prima versione sarà quella più orientata al mondo della crociera o dei velisti alle prime armi: slberi e boma in alluminio, piano velico ridotto sensibilmente e classico paterazzo singolo.

Ci sarà poi la linea SE, dedicata a un pubblico più sportivo, che avrà tutti gli armamenti in carbonio e le rande square top con doppio paterazzo, per le regate di Club o l’attività sportiva in generale.

I First 24 e 27 sono le due barche più versatili di questa linea sotto i 10 metri. Il 27 in particolare, che monta anche il motore entrobordo Yanmar, è una barca che può essere adatta anche a una giovane famiglia che ama trascorrere weekend in barca all’insegna della vela. Stesso discorso si può fare per il 24, anche se in una misura leggermente ridotta e con il fuoribordo.

Il 14 e il 18 sono invece due barche più orientate al lato sportivo, il 14 è di fatto una deriva da doppio, mentre il 18 una piccolissima sportiva, con un minimo di interni, votato alla velocità e al divertimento.

L’operazione permetterà a Beneteau di differenziare i prezzi andando a coprire così due diverse fasce di mercato.


© Riproduzione riservata