SVN logo
SVN solovelanet
lunedì 30 novembre 2020

Resti umani in una barca a vela a 90 metri di profondità

Sono stati ritrovati i resti dello skipper affondato con la sua barca il 4 agosto scorso a Key Largo

Abbonamenti SVN
ADV
Miami (USA) – Un team di sommozzatori specializzati ha ritrovato, a 90 metri di profondità a largo delle coste della Florida, in Atlantico, i resti di un uomo all’interno di una barca a vela affondata il 4 agosto in seguito a una violenta tempesta.

I sommozzatori hanno prelevato del materiale organico per poter fare le analisi del DNA e confermare che il corpo che giace intrappolato all’interno della piccola barca a vela sia quello del 24enne Noah Cullen.

Noah era scomparso il 4 agosto scorso e la famiglia ne piangeva la morte da quando un altro velista aveva dichiarato di aver visto la barca del ragazzo affondare durante una tempesta, per il quale non aveva potuto fare nulla.

Le ricerche della barca sono durate circa 4 settimane e sono state condotte da un gruppo di sommozzatori professionisti amici della famiglia Cullen che hanno operato nel loro tempo libero.

Lo sceriffo di Monroe County Vince Weiner ha dichiarato che non c’è ragione di dubitare che i resti dell’uomo trovato all’interno della barca siano di Noah, ma che tuttavia la morte del giovane sarà dichiarata ufficiale quando il DNA ne darà conferma.

La madre del giovane ha dichiarato di essere sollevata dal ritrovamento. Per quanto questa sia una cosa triste, mette fine al calvario di queste settimane che vedeva l’intera famiglia trascinata da speculazione in speculazione:“ Sapevamo che Noah era morto – ha detto Tanya Cleary, la madre del giovane – ma era difficile resistere a non accendere la speranza quando qualcuno ti offriva un'alternativa a una perdita irreparabile.”

Le speculazione sulla morte di Noah hanno spaziato dall'ipotesi che il giovane potesse essere alla deriva su di un autogonfiabile, alla possibilità che fosse stato messo in un programma di protezione dei testimoni, quindi scomparso.

Ora, rimane solo il mistero del perché il corpo del giovane si trovasse all’interno della barca. L’imbarcazione è affondata durante una forte burrasca e pare inverosimile che in quelle condizioni, Noah stesse dormendo sottocoperta.