SVN logo

Kalashnikov entra nel settore della nautica da diporto

Il più grande produttore al mondo di fucili d’assalto ha acquistato una società che realizza droni e barche d’alluminio

Abbonamenti SVN
ADV
Mosca (Russia) - Kalashnikov Concern, il più grande costruttore di fucili d’assalto al mondo, ha annunciato di voler diversificare il suo business e per questo ha acquistato il pacchetto di maggioranza di una società che realizza droni, la ZALA Aero e la maggioranza della Euroyachting Rybinskaya Shipyard Group, un grande cantiere che produce prevalentemente imbarcazioni di alluminio, utilizzate sia per il diporto, sia per scopi militari.

Aleksey Krivoruchko, CEO della Kalashnikov Concern, ha spiegato perchè la società si è aperta al mondo esterno acquistando parte di altre società: “Un’operazione - ha detto Krivoruchko – tesa a diversificare il tipo di business della società.”

Da quanto si è capito dal discorso di presentazione dell’operazione del CEO di Kalashnikov, la ZALA Aero è stata acquistata per realizzare droni da guerra e per operazioni speciali. Per quello che riguarda la Euroyachting Rybinskaya Shipyard, per quanto Krivoruchko abbia detto che costruirà barche speciali e barche da diporto, sono pochi coloro che credono che le vere intenzioni di Kalashnikov Concern siano rivolte al mercato del diporto.

Piuttosto tutta la manovra sembra esprimere la volontà di espandere i propri interessi in settori diversi dal mercato delle armi, con droni capaci di uccidere senza che il cecchino si debba esporre (quelli che Krivoruchko ha chiamato “droni con funzioni speciali”) e veloci e leggere equipaggiate per quello che Krivoruchko ha definito usi speciali.