SVN logo

Oggi la votazione per abolire l’ora legale

Al Parlamento Europeo oggi si voterà per una risoluzione che dovrebbe portare all’abolizione dell’ora legale

Abbonamenti SVN
ADV
Strasburgo (Francia) – Oggi nella riunione plenaria del Parlamento Europeo, in corso da lunedì 5 e che terminerà domani 9 febbraio, si voterà una risoluzione promossa dalla deputata francese del gruppo Ale e presidente della Commissione per i trasporti e il turismo Karima Delli, appoggiata da una larga coalizione di eurodeputati, che vuole l’abolizione dell’ora legale.

La Delli e i suoi sostenitori vogliono abolire l’ora legale perché la ritengono dannosa per la salute e inutile da un punto di vista commerciale.

Il movimento abolizionista è forte soprattutto tra le nazioni del nord Europa e dell’Europa dell’est, mentre le nazioni del sud Europa come Italia, Spagna e Grecia, sono per il mantenimento dell’ora legale che favorisce il turismo.

Quello della Delli non è il primo attacco portato all’ora legale, il primo fu mosso nel 2015 ma l’iniziativa fu bloccata da Jean-Claude Juncker.

All’ora legale aderiscono 70 nazioni nel mondo e la sua abolizione implicherebbe non pochi problemi.

Gli egoismi nazionali sono evidenziati dalla posizione della Finlandia, la nazione più anti ora legale dell’EU. Questa è tra le poche che non ha nulla da guadagnare dall’ora legale perché in Finlandia, d’estate, in ogni caso le ore notturne sono pochissime.

Nel caso in cui la risoluzione dovesse passare, l’ultima parola sarà comunque quella della Commissione Europea.