NSS CalaSardi
ADVERTISEMENT
NSS CalaSardi
ADVERTISEMENT
giovedì 7 luglio 2022
NSS CalaSardi
  breaking news

Storico accordo sulla plastica alla Nazioni Unite

Firmato da 173 paesi un accordo sull’inquinamento da plastica, potrebbe essere vincolante legalmente e finalmente fare qualcosa di concreto per limitare la dispersione della plastica in mare

Storico accordo sulla plastica Nazioni Unite
Storico accordo sulla plastica Nazioni Unite

Qualcuno lo ha definito come un accordo storico sul tema dell’inquinamento da plastica, anche se la cosa è passata in secondo piano sui media main stream dato la concomitanza con la guerra in Ucraina.

Eppure quello che è stato siglato in occasione di una riunione dell’Assemblea delle Nazioni Unite per l’ambiente in Nairobi (Kenya) potrebbe essere qualcosa che finalmente incide in modo concreto sull’inquinamento da plastica, di cui il mare è ormai avvelenato in tutto il mondo, anche il nostro Mediterraneo e le coste italiane.

La risoluzione firmata dai 173 paesi vuole prendere in considerazione, con obiettivi da negoziare nel prossimo biennio, una serie di regole che limiteranno l’intero ciclo di vita della plastica.

La delibera prodotta dall’Assemblea ONU rappresenterà uno strumento giuridicamente vincolante, che ha l’ambizione di regolare la produzione e lo smaltimento della plastica, la progettazione di prodotti e materiali riutilizzabili e riciclabili e infine, ma non per importanza, solleciterà una maggiore collaborazione internazionale sul tema, perché le iniziative siano il più globali possibili.

Gestendo con vincoli legali rispettati a livello internazionale l’intera produzione di plastica l’obiettivo è ridurre in modo drastico la quantità che finisce in mare a causa del mancato controllo su produzione o smaltimento.

Secondo alcuni recenti dati è stato calcolato che la produzione di plastica negli ultimi 60 anni è passata da 2 milioni a circa 350 milioni dei nostri giorni, e si calcola che l’industria legata alla produzione di plastica generi un fatturato di oltre 500 miliardi di dollari.

Dati che lasciano emergere una grande contraddizione evidente: non a tutti nel mondo conviene che la produzione di plastica venga ridotta.

Di sicuro è quello che invece dobbiamo sperare per la salute degli Oceani e quindi del pianeta. Ormai la microplastica è un pericolo inconfutabile per gli abitanti del mare, come vi avevamo raccontato anche a proposito delle ricerche sui ricci di mare.

Nell’attesa di conoscere nel prossimo biennio quali saranno gli obiettivi vincolanti da sviluppare in seno alla delibera delle Nazioni Unite occorre però tenere sempre l’attenzione molto alta sul problema.

© Riproduzione riservata

Puntocospicuo Puntocospicuo Puntocospicuo
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI