SVN logo

I Sea Shepherd salvano equipaggio di nave bracconiera nel Golfo di Guinea

Nave bracconiera affonda, i pirati verdi salvano l’equipaggio e lo consegnano alla polizia

NSS
ADV
Nuova Guinea – Erano 110 giorni che due navi dei Sea Shepherd, i Pirati Verdi, inseguivano una nave che pescava di frodo Merluzzo, la Thunder, una vecchia carretta battente bandiera nigeriana.

Alla fine da inseguitori si sono dovuti trasformare in salvatori, infatti la nave ad un certo punto è affondata e il capitano ha lanciato il mayday, subito ricevuto dai Sea Shepherd che sono intervenuti per salvare i 40 membri dell’equipaggio.

L’affondamento della nave è sospetto e il comandante di una delle navi dei Sea Shepherd pensa che questo sia stato provocato dallo stesso comandante della nave della Thunder.

L’equipaggio della nave bracconiera dopo essere stato salvato e accudito, è stato consegnato alla polizia dell’isola di Sao Tomé davanti alla Guinea. A marzo, gli Shepherd avevano raccolto e consegnato alla polizia delle Mautizius le prove che la Thunder stava praticando pesca di frodo.

Le prove erano state raccolte grazie a quattro mesi d’inseguimento, iniziato nell'oceano del sud, proseguito nell'Oceano Indiano e terminato nell'Atlantico, dove la Thunder è affondata.

La Sea Shepherd Conservation Society è un’organizzazione no profit che si dedica alla conservazione marina. Gli Shepherd impediscono alle navi giapponesi di pescare le balene e alle navi di frodo di portare avanti la loro pesca illegale.


© Riproduzione riservata

SVN SUPPORT
ADV