SVN logo
SVN solovelanet
giovedì 26 novembre 2020

Chiesti sei mesi per Yan Guichard skipper di Spindrift 2

Il trimarano Spindrift 2 investe il gommone
Il trimarano Spindrift 2, subito dopo l'urto
Virginie Le Namouric, la donna investita nel giugno 2015 dal trimarano mentre si trovava su un gommone per la partenza della tappa di Lorient della Volvo Ocean Race. Alla donna è stata amputata una gamba

Chiesta la condanna di Yan Guichard per aver ferito gravemente una donna con il timone dello Spindrift2

Abbonamenti SVN
ADV
Lorient (Francia) – Lunedì scorso a Lorient nella Francia Atlantica si è tenuta la parte conclusiva del processo a Yan Guichard, skipper di Spindrift2 e compagno di Dona Bertarelli, la sua coskipper.

L’accusa ha chiesto per lo skipper francese una pena di 6 mesi di reclusione con la condizionale e 20.000 euro di multa per aver ferito gravemente Virginie Le Namouric.

La donna, nel giugno del 2015, era su di un gommone nelle acque di Lorient, per vedere la partenza della nona tappa della Volvo Ocean Race, quando lo Spindrift 2, timonato da Guichard, gli passò molto vicino e il timone dello scafo sopravento, che era fuori dall’acqua, la colpì. Le ferite alla gamba della donna richiesero l’amputazione dell’arto.

Il procuratore ha accusato Yan Guichard di comportamento pericoloso per gli altri a causa della velocità della barca in acque molto frequentate e per non aver avvisato l’organizzazione della Volvo della sua uscita in mare in concomitanza con la partenza della regata.

Lo Spindrift è un trimarano lungo 40 metri e largo 23 con un albero di 47 metri. Ventitré tonnellate di composito che possono essere lanciate a 40 nodi, un mostro che se mal gestito può fare dei danni molto seri in brevissimo tempo come accaduto a Lorient.

Yan Guichard ha in parte ammesso di non aver avvertito l’organizzazione della Volvo affinchè questa potesse predisporre un’area di sicurezza all’interno della quale far navigare il mostro a tre scafi.

La corte ora avrà 3 mesi di tempo per emettere la sentenza.