SVN logo

Patente nautica: mancano i quiz per fare i nuovi esami

Esce un decreto per ammodernare l’esame di patente nautica che il 13 ottobre diventerà operativo, ma non escono i nuovi quiz e le direttive per applicarlo. Si rischia il fermo degli esami.

Abbonamenti SVN
ADV
“Un calcio di rigore finito lungo, una sgommata all’ultimo momento”. Boccanfuso, responsabile nautica dell’UNASCA non trova definizioni precise per spiegare la scivolata del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibile (ex ministero dei trasporti) all’ultimo momento, che a più di una settimana dalla pubblicazione in Gazzetta della riforma dell’ esame per la patente nautica con Le nuove regole, non ha nulla di pronto per il nuovo esame.

L’esame per ottenere la patente nautica era obsoleto e andava riformulato. Troppi gli anacronismi, troppe le complicazioni per arrivare alla tanto agognata promozione, tanto che in pochi anni, si è passati da un 75 per cento degli aspiranti che puntava alla patente senza limiti, a oggi quando questa percentuale si è capovolta e tre quarti dei candidati si accontenta della patente “entro l e12 miglia”.

Inutile mandare a memoria il codice delle bandiere, o le luci di un dragamine, quando non si contempla la navigazione elettronica o l’attenzione per l’ambiente. Non si capisce poi perché chi passa l’esame teorico, ma viene bocciato più di una volta alla pratica, debba poi nuovamente ripetere anche la teoria.

Finalmente si è deciso per un ammodernamento dell’esame “non più facile, ma più moderno” sottolinea Boccanfuso. Tuttavia, forse complice la fretta di presentare orgogliosi il nuovo esame al salone dello scorso settembre, non tutte le procedure sono state completate per tempo e ora che con il decreto del 10 agosto 2021, pubblicato in Gazzetta Ufficiale lo scorso 28 settembre 2021, si dà attuazione allo svecchiamento del sistema per il conseguimento della patente nautica, all’ultimo momento ci si accorge che il nuovo database per i quiz da sottoporre ai candidati non è ancora pronto.

Accade dunque che dal 13 ottobre il nuovo esame dovrebbe entrare in vigore, ma non essendoci il materiale per poterlo svolgere l’esame si farà alla vecchia maniera, finché non si saranno adeguati i database per i nuovi quiz.
Di questo esame aggiornato si discute già dal 2012 e lo stesso Boccanfuso afferma che tutto sarebbe già pronto se il ministero prendesse la decisione di applicare il materiale già esistente e attentamente preparato attorno ai tavoli della LNI (Lega Navale Italiana), del collegio dei capitani e della stessa UNASCA.


Giovedì 14 ottobre avverrà un incontro tra le associazioni di categoria, Confindustria Nautica e il governo per uscire dall’impasse, ma sui tempi tecnici per mettere in pratica il nuovo esame rimane un grosso punto interrogativo.


© Riproduzione riservata