SVN logo

Terrore squalo sulle spiagge Australiane

Cinque morti per squalo in meno di una anno, è caccia al mostro

Abbonamenti SVN
ADV
Sydney – Sabato mattina, un ragazzo di vent’anni sta facendo surf davanti alle spiagge dell’isola di Wedge, in Asutralia, poco più distante un altro uomo è in Jet Sky.

Improvvisamente l’acqua si muove, il ragazzo cade, ci sono spruzzi di sangue ovunque, il tempo di un urlo agghiacciante e tutto torna calmo. Sull’acqua una grande chiazza rossa e al centro di questa, parte del busto del vent’enne.

Questa la scena che si è presentata a chi era sullo Jet Sky a pochi metri dal surfista. Un grande squalo bianco aveva attaccato e divorato in un solo boccone il surfista. Con un solo morso ha tagliato a metà il corpo mangiandosene una parte.

Il ragazzo, del quale ancora non si conoscono le generalità, non è la prima vittima di squali quest’anno. La Guardia Costiera Australiana ne ha registrate già cinque da settembre 2011, un numero insolitamente alto.

Nel frattempo è stata organizzata la caccia al mostro. La Guardia Costiera suppone che lo squalo, un esempalre di 4/5 metri, debba ancora essere nella zona e avendo mangiato carne umana, oggi è ancora più pericoloso.


© Riproduzione riservata