SVN logo

World Sailing (ISAF) pubblica una direttiva per evitare atti di razzismo

In seguito ai fatti della Malesia, la federazione mondiale si è espressa in merito

Abbonamenti SVN
ADV
L’8 dicembre il comitato esecutivo del World Sailing (ISAF) si è riunito per discutere di quanto accaduto in Malesia durante Youth World Sailing Championship tenutesi a Langkawi, in Malesia, dove agli atleti israeliani il governo malese ha negato il visto di accesso al paese a meno che questi non avessero acconsentito a partecipare in modo anonimo.

Il comitato ha quindi pubblicato un comunicato dove dichiara che in futuro tutte le federazioni nazionali e le classi che organizzano giochi internazionali dovranno attenersi a precise direttive per consentire la partecipazione ai giochi a tutti gli atleti aventi titolo senza alcuna eccezione.

Gli organismi che non si adegueranno a tale direttiva saranno soggetti a delle sanzioni.

Dettagli sulle nuove regole e sulle sanzioni che saranno applicate in caso di trasgressione saranno pubblicati la prossima settimana.

L’azione della World Sailing è sicuramente la ben venuta dal mondo della vela, ma ci si chiede perché questa arriva dopo la fine degli Youth World Sailing Championship di Langkawi e non prima visto che il problema è emerso mesi prima che si tenessero i giochi.