sabato 22 gennaio 2022
SVN SUPPORT
  breaking news

Inquietante scoperta sulla chiglia di Safran

Safran di Marc Guillemot non ha urtato alcun oggetto sommerso

Les Sable D’Olonne – Non è stato un urto con un oggetto non identificato a causare la rottura delle chiglia di Safran, la barca di Marc Guillemot, che si è dovuta ritirare dalla Vendée Globe solo due giorni dopo la partenza. La chiglia ha avuto un cedimento strutturale dovuto allo stress e, probabilmente, a un errore di calcolo.

Gli esperti convocati dal team Safran per determinare le cause della rottura della chiglia, dopo aver analizzato al microscopio e fatto diversi test sul metallo della chiglia, hanno determinato che questa ha semplicemente ceduto sotto lo sforzo.

Il cedimento è frutto di uno stress continuato. In pratica tutti i colpi ricevuti dalla chiglia nel suo passaggio sulle onde oceaniche durante le innumerevoli regate a cui ha partecipato, hanno causato la rottura. La chiglia quindi aveva dei difetti già alla nascita, a livello progettuale.

I calcoli che dovevano portare al dimensionamento del pezzo erano inesatti e hanno determinato un sottodimensionamento dell’appendice.

“Safran Open 60 Ocean Racer, ha subito significative modifiche nel 2012 per aumentare le sue prestazioni – ha dichiarato Gérard Le Page, presidente del Sailing Team Safran – Di fronte alla concorrenza sempre più agguerrita, la barca è stata sottoposta a sempre maggiori livelli di stress in condizioni molto difficili di mare. Gli shock subiti dalla barca e dalle sue appendici sono stati più che violenti e hanno superato le stime fatte dal team progettuale.”

Il presidente ha quindi concluso con una riflessione.“ Tuttavia i miglioramenti arrivano non solo dai successi, ma anche dai fallimenti."

Quanto è accaduto a Safran testimonia come sia difficile per i progettisti di questi mostri da regata trovare il giusto compromesso tra la necessità di fare una barca solida che resista a sollecitazioni mostruose e allo stesso tempo farla veloce per poter competere ai più alti livelli.

Marc Guillemot, che non ha rilasciato alcuna dichiarazione riguardo la chiglia, almeno sino a questo momento, ha, probabilmente, scambiato il rumore della rottura della chiglia con quello di un oggetto sommerso che aveva toccato lo scafo.

© Riproduzione riservata

Lascatutto Lascatutto Lascatutto
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

CATEGORIE ARTICOLI

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?