SVN logo
SVN solovelanet
mercoledì 25 novembre 2020

Oracle Racing a testa in giù

Condizioni impegnative nel test day di Auckland. Spithill e compagni hanno scuffiato mentre stavano spingendo al massimo, nel tentativo di trovare il miglior assetto per l'imbarcazione

Abbonamenti SVN
ADV
Auckland – L'AC 45 di nuovo a testa in giù. Dopo l'incidente occorso negli scorsi mesi alla barca laboratorio dell'America's Cup Race Management, questa volta la scuffia è toccata allo scafo di proprietà di Oracle Racing, durante l'ultima giornata di test organizzata nelle acque di Auckland. Niente di grave per l'equipaggio, né per la barca che ha riportato danni tutto sommato lievi.
Spithill e compagni stavano cercando il giusto assetto in condizioni meteo abbastanza impegnative, con venti che hanno toccato punte anche di venticinque nodi. “Stavamo spingendo al massimo – ha raccontato il velista australiano – e alla fine ci siamo capovolti. Non eravamo nell'assetto migliore e questo ha causato la scuffia. E' stata comunque una buona esperienza. Penso che chiunque sia destinato a scuffiare almeno una volta e non penso che questa sarà la nostra unica volta”.
I team stanno infatti concentrandosi nel trovare la miglior interpretazione di questi monotipi in vista della prima tappa dell'America's Cup World Series, in programma ad agosto nelle acque di Portimao, in Portogallo. Nei prossimi giorni, a disporre del proprio AC 45 saranno anche Team Australia e Team China.