SVN logo
SVN solovelanet
domenica 29 novembre 2020

Alessandra Sensini: la ripresa dell'attività della vela dopo il lockdown

L’unica donna ad aver vinto 4 medaglie olimpiche consecutive nella vela spiega come riparte la vela giovanile

Abbonamenti SVN
ADV
Alessandra Sensini, vicepresidente del CONI e Direttore Tecnico delle squadre giovanili FIV, il 24 giugno scorso ha tenuto una videoconferenza per fare il punto sulla situazione della vela italiana dopo il lockdown.

Dopo tanta teoria e infinite regate virtuali è tornato il momento di scendere in acqua davvero e per promuovere questo sport la federazione ha pensato a 37 attività, dal 15 giugno all’8 agosto, per un totale di 98 giornate su tutto il territorio nazionale.

Significativo è l’appuntamento del 26 – 28 giugno, il Vela Day, che la FIV ha organizzato in oltre 250 circoli velici italiani.

L’evento è dedicato a tutti coloro che abbiano compiuto almeno i sei anni e che vogliono avvicinarsi a questo mondo.

Le iniziative prevedono prove in acqua, con moduli di avvicinamento teorici e pratici totalmente gratuiti a tutte le discipline legate alla vela, compresi kite e catamarani.

Molti i nomi importanti che contribuiranno a introdurre i neofiti nel mondo del vento, tra cui naturalmente Ale Surfini, il supereroe ispirato proprio alla nostra campionessa.

Sul sito della FIV (http://www.federvela.it/eventi/vela-day.html) l’elenco delle iniziative e dei circoli aderenti.

La conferenza è durata quasi un’ora e mezza e ha spaziato dai problemi che affliggono i settori giovanili, che spesso abbandonano prima di passare a classi più adulte, alla star della vela italiana Marco Gradoni, approdato ai 29er, ma che ora è passato al 470, un salto che secondo la Sensini non è facile e che ha fatto discutere.

Venti i giornalisti accreditati, quasi 16.000 i contatti durante la diretta Facebook e YouTube.