SVN logo

Partita l’Arc 2013

Domenica scorsa è partita l’Arc 2013, tra i partecipanti, nove italiani

Abbonamenti SVN
ADV
Gran Canaria – In un’insolita giornata uggiosa, domenica 24 novembre, alle 12,30 locali, nella grande baia di Las Palmas di Gran Canaria si è udito il colpo di cannone che ha annunciato la partenza della Arc 2013. I primi a passare la linea di partenza sono stati i multiscafi, 25 barche da crociera tra catamarani e trimarani, a seguire, le 35 barche della classe racing e, infine, le 151 barche della classe cruising.

Davanti a loro 2700 miglia di mare e tante emozioni. La maggior parte dei partecipanti sono alla loro prima traversata atlantica e l’aria di festa che si respirava alla partenza era molto particolare. Tra i 1.179 componenti degli equipaggi anche 26 bambini sotto i sedici anni.

L’Arc è una transatlantica pensata per chi non ha mai affrontato l’atlantico. La regata parte in un periodo dell’anno in cui, da un punto di vista meteorologico, non ci si aspettano grandi sorprese in questa parte del globo. La linea di partenza è alle Canarie, dove la rotta per i Caraibi, dove, davanti all’isola di Santa Lucia, è posta la linea d’arrivo, è facile. Questo però non significa che sia una passeggiata, ma solo che è una traversata con un buon grado di sicurezza.

Si tratta di una grande festa navigante dove arrivare prima non è sicuramente la priorità della maggior parte dei concorrenti anche se, quest’anno, lo spirito agonistico, alla partenza, era più forte che in altre edizioni.

Molte le nazioni rapprresentate. Tra le 224 barche che si sono presentate alla partenza, ben nove erano italiane, da un piccolo Bavaria 36, al grande Southern Wind 72:

1) Amel Supermaramau, Festina Lente
2) Amel Supermaramau, Nefeli
3) X50, Sveva
4) Swan 46 MkII, Milanto
5) Sun Odyssey 45.2, Nonnando3
6) Bavaria 36, Tangora
7) Jeanneau 53, At Last
8) C&C 61, Rainbow
9) Southern Wind 72, Kiboko Tuia

Davanti a loro 2.700 miglia di oceano


© Riproduzione riservata

SailItalia
ADV