SVN logo

Sequestrato un Bavaria con a bordo 680 chili di cocaina

La barca faceva la spola tra il Venezuela e la Spagna per portare droga

Abbonamenti SVN
ADV
La Squadra Mobile della Questura partenopea, su mandato della Procura, ha fermato in Spagna, il 24 luglio scorso, lo Scugnizza, un Bavaria 40 che aveva a bordo oltre 680 chilogrammi di cocaina purissima per un valore di 115 milioni di euro.

Il blitz , avvenuto in Spagna nel porto di Anguillas, è l’ultimo atto di una lunga attività di indagine delle forze dell’ordine, coordinate dalla Direzione distrettuale Antimafia, sulle rotte del traffico internazionale di stupefacenti. La droga era prodotta e acquistata in Sud America per rifornire le principali piazze di spaccio della Campania e non solo.

Lo “Scugnizza”, era partito a febbraio dal porto di Napoli, per andare in Venezuela. La polizia di Stato ha tenuto sotto controllo la barca durante il viaggio di rientro in Europa lo scorso giugno. Viaggio che è terminato nel porto spagnolo di Aguillas, nella regione di Murcia dove la polizia spagnola ha circondato la barca e arrestato i suoi occupanti il 46enne Bartolo Di Massa, di Castellamare di Stabia, e gli spagnoli Francisco e Andres Lopez.

La barca si era fermata in Spagna dove la droga sarebbe stata scaricata, confezionata in confezioni più piccole e quindi inviata in Italia.


© Riproduzione riservata