domenica 2 ottobre 2022
  breaking news

Maxi Yacht Rolex Cup: l’esordio di FlyingNikka e il ritorno dei J Class

Non solo FlyingNikka, il maxi volante di Roberto Lacorte, ci saranno anche quattro J Class e alcune delle più belle e veloci barche attualmente naviganti

Maxi Yacht Rolex Cup: l’esordio di FlyingNikka
Maxi Yacht Rolex Cup: l’esordio di FlyingNikka

Dal 4 al 10 settembre torna in Costa Smeralda, a Porto Cervo, la Maxi Yacht Rolex Cup, il classico appuntamento dedicato ai superyacht che quest’anno sembra promettere ancora più spettacolo del solito.

L’entry list conta alcune delle più belle e veloci barche al mondo, che si sfideranno in una serie di prove costiere nelle proverbiali condizioni della Sardegna, che a settembre possono regalare forti colpi di Maestrale.

In acqua non ci saranno solo yacht moderni ma anche quattro J Class, le barche con cui si è corsa la Coppa America nella prima parte del ‘900, uno originale e tre repliche.

A proposito di barche moderne, tutti i riflettori saranno puntati sull’esordio in regata di Flying Nikka, il monoscafo volante di Roberto Lacorte che è pronto al debutto.

Costruito dalla King Marine di Valencia, su progetto di Mark Mills, FlyingNikka è un 19 metri che vuole portare il concetto delle barche di Coppa America anche nella vela d’altura.

“Non vediamo l’ora di regatare a Porto Cervo, perché veniamo da lunghe e intense settimane di training e continueremo ad allenarci anche nella seconda metà di agosto, prima di portare la barca in Sardegna”, spiega Roberto Lacorte, che a bordo sarà affiancato dal Team Manager Alessio Razeto e da Lorenzo Bressani, Enrico Zennaro, Andrea Fornaro e Lorenzo De Felice.

“E’ vero che la Maxi Yacht Rolex Cup per noi sarà un test event, perché la divisione in classi sulla base del certificato di stazza IRC non ci consente ancora di regatare direttamente con gli altri Maxi, ma sarà comunque un momento importante. Anche perché le condizioni in Costa Smeralda sono sempre impegnative, quindi anche se parliamo di regate costiere e non delle lunghe navigazioni offshore per le quali FlyingNikka è nata, è comunque un primo banco di prova molto interessante”.

Grande attesa anche per la sfida tra i 5 Maxi 72, barche che alla Maxi sono sempre presenti e radunano gli equipaggi di livello più alto, con tanti velisti che arrivano dalla vela olimpica e dall’America’s Cup.

Da segnalare anche la presenza di diversi Wally, tra cui il 100 piedi Magic Carpet Cubed che quest’anno ha vinto la Rolex Giraglia in tempo reale.

© Riproduzione riservata

Lascatutto Lascatutto Lascatutto
ADVERTISEMENT
Slam Slam
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI