mercoledì 30 novembre 2022
  breaking news

Il Portogallo libera il killer del catamarano

La giustizia Portoghese libera un killer italiano per scadenza dei termini di custodia cautelare

L'arresto di Filippo Antonio De Cristofaro
L'arresto di Filippo Antonio De Cristofaro
Lisbona - La giustizia Portoghese libera Filippo Antonio De Cristofaro detto “Pippo”, il killer del catamarano per decorrenza dei termini della detenzione preventiva e questo scompare. I magistrati non sono riusciti a evadere la pratica di richiesta di estradizione inoltrata dall’Italia.

De Cristofaro nel 1988 aveva ucciso a bordo di un catamarano la skipper dell’imbarcazione, Annarita Curina di 34 anni, e per questo era stato condannato all’ergastolo in appello e rinchiuso nel carcere di Opera. Da qui era fuggito nel 2007. Ricatturato fu trasferito nel carcere di Porto Azzurro da dove riuscì a fuggire nel 2014.

De Cristofaro era stato individuato e catturato a maggio scorso in Portogallo dalla Squadra Mobile di Ancona in una brillante operazione internazionale. Condotto in carcere, l’Italia aveva subito inoltrato la richiesta di estradizione, ma la giustizia Portoghese non è stata in grado di esperire tutte le pratiche per dare il via libera al trasferimento del detenuto prima che scadessero i tempi della custodia cautelare e dal momento che in Portogallo De Cristofaro non aveva commesso reati, è stato scarcerato.

Come uscito di prigione il De Cristofaro si è reso irreperibile. Subito iniziate le indagini della questura di Ancona per rintracciare nuovamente l’assassino della skipper Annarita Curina.

Sulla vicenda il Ministero della Giustizia ha chiesto chiarimenti a Lisbona.

© Riproduzione riservata

Slam Slam Slam
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI