SVN logo

Scuffia vicino gli scogli, salvato da una barca a remi

Un uomo scuffia sulla sua deriva vicino agli scogli, è in difficoltà, la situazione diventa critica quando viene salvato da una barca a remi

NSS
ADV
Eroe per caso. Potremmo definirlo così Lucio Mencarelli, responsabile del rimessaggio Noi della Cesanella a Senigallia. Mencarelli si trovava presso il rimessaggio sulla spiaggia, quando in mare ha notato qualcosa di strano. Una barca a vela di piccole dimensioni, descritta come una deriva, stava pericolosamente navigando non lontano da una scogliera, apparentemente in difficoltà.

Poco dopo la situazione è diventata ancora più seria, perché l’uomo sulla barca ha scuffiato. Mencarelli a qual punto si è allarmato, anche perché osservava da terra i tentativi vani dell’uomo di raddrizzare la barca ormai a ridosso degli scogli.

A quel punto non è rimasta altra scelta a Mencarelli se non quella di mettere la sua barca in acqua e correre in aiuto dell’uomo in difficoltà. Solo che la sua barca non era dotata di motore ed è quindi andato a prestare soccorso a remi.

Nel frattempo era stata avvertita la Guardia Costiera, che è giunta sul posto insieme ad altre imbarcazioni, nel frattempo intervenute per prestare soccorso, tra cui un pescatore che ha aiutato i militari a raddrizzare la barca.

Il naufrago è stato prontamente trasportato al Pronto Soccorso, ma per fortuna non ha riportato nessuna conseguenza fisica se non un grosso spavento, qualche contusione e un po’ di freddo.

Quando si esce in deriva da soli, soprattutto di inverno, cosa per altro sempre poco consigliabile soprattutto se le condizioni nel mare non sono ottimali, è buona norma avvertire sempre qualcuno a terra e fornire indicazioni sull’ora di uscita e di previsto rientro così da avere chi si allerta in caso di imprevisti.

© Riproduzione riservata