SVN logo
SVN solovelanet
domenica 29 novembre 2020

Tragedia in Atlantico: scuffia un catamarano, un morto

Un catamarano scuffia, un morto: è questo il drammatico epilogo della tragedia in Atlantico forse causata dalla collisione con un oggetto non identificato

Abbonamenti SVN
ADV
Tragedia nel mondo della vela oceanica. L’equipaggio del catamarano Hallucine, un TS5 della Marsaudona, stava trasferendo il multiscafo alle Canarie per partecipare alla Arc quando al largo di Vigo, in Spagna, forse a causa della collisione con un oggetto non identificato, scuffia.

Drammatiche le 30 ore successive all’incidente, manca all’appello un membro dell’equipaggio che dopo ore di ricerche viene ritrovato e recuperato, ma per lui non c’è più nulla da fare è morto.

L’armatore del catamarano è lo skipper Régis Guillemot, un navigatore esperto che con la sua barca rodata e ben preparata ha già vinto nel 2019 in tempo reale nella categoria multiscafi la ARC (Atlantic Rally for Cruisers), una regata considerata nel mondo della vela un grande evento che da la possibilità di fare una traversata oceanica in flotta.

La causa del drammatico incidente che ha visto come protagonista Hallucine potrebbe essere stata la collisione con un oggetto galleggiante non identificato che, secondo quanto hanno raccontato i superstiti, avrebbe provocato la scuffia del catamarano.

Nel momento in cui è avvenuto l’incidente il cat stava navigando con due mano di terzaroli alla randa, con circa 20 nodi di vento e mare poco mosso, un assetto quindi prudente in condizioni non proibitive.

In coperta di guardia c’era il velista poi deceduto di cui non si conoscono le generalità.

Guillemot e un altro membro dell’equipaggio stavano riposando sottocoperta e sono riusciti a lanciare immediatamente l’allarme.

Sono in corso ulteriori accertamenti per ricostruire la dinamica dei fatti.