lunedì 24 gennaio 2022
  breaking news

Spindrift 2 a caccia di record: inizia la Jules Verne Trophy

Il maxi trimarano di Yann Guichard è partito per battere il record del giro del mondo

Yann Guichard e il suo equipaggio hanno iniziato il loro giro del mondo a vela dall’isola francese nel dipartimento del Finistère di Ouessant (Ushant in ingelse) nella giornata di oggi, mercoledì 16 gennaio.

Per conquistare il Jules Verne Trophy, il trofeo assegnato a chi compie il più veloce giro del mondo senza scalo e assistenza in equipaggio, Guichard e i suoi uomini devono tagliare il traguardo entro il 26 febbraio alle 11h 16h 16m 57sec UTC per battere il record, detenuto dal 2017 da Francis Joyon e dal suo equipaggio, di 40 giorni 23h 30m 30s.

Condizioni meteo favorevoli registrate al faro di Créac'h, che segna un’estremità della linea di partenza e di arrivo del percorso del Jules Verne Trophy. Una brezza sud-occidentale di 20 nodi e mare calmo hanno permesso al maxi trimarano nero e oro di dirigersi rapidamente verso un fronte presente davanti a Ushant e scegliere un buon sistema da nord-ovest. Sono questi forti venti che Spindrift 2 sarà in grado di raccogliere a portarlo rapidamente a Madeira, alle Canarie e all'arcipelago di Capo Verde.

Secondo l'itinerario del router meteo onshore della squadra, Jean-Yves Bernot, il team potrebbe raggiungere l'equatore durante la notte tra la domenica e lunedì 21 gennaio, dopo meno di cinque giorni in mare.

Una volta superata questa linea immaginaria tra i due emisferi, Yann Guichard e il suo equipaggio devono continuare a correre, con l'obiettivo di attraversare la longitudine al Capo di Buona Speranza in circa dodici giorni il che li posizionerebbe avanti a Francis Joyon.

Aggiungendo tutti i migliori tempi di riferimento dal primo tentativo del Jules Verne Trophy nel 1993, il tour mondiale con equipaggio da Ushant a Ushant potrebbe potenzialmente essere completato in 38 giorni.

Questa prima parte della corsa che li porterà a passare l’equatore sembra favorevole, ma è ancora troppo presto per fare previsioni.

Yann Guichard spera di trovare delle condizioni meteo favorevoli che gli permettano di tirare dritto senza dover girare intorno all’anticiclone di St. Elena.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

CATEGORIE ARTICOLI

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?