SVN logo

Alla Sydney Hobart ci saranno 164 barche

Sarà la 4° flotta di sempre in ordine di grandezza

Abbonamenti SVN
ADV
Sydney (Australia) - Quando il giorno di Natale il piccolo cannone segnerà l’inizio della 75esima edizione di una delle più belle regate da 600 miglia, la Sydney Hobart, a sfilare davanti alla barca giuria ci saranno 164 barche, almeno questo è l’obiettivo che si sono posti gli organizzatori e che sembra riusciranno a raggiungere.

Un tappeto di yachts multicolori tra i quali ci sarà anche il Katwinchar, una piccola barca di 10 metri in legno costruita nel 1904, la barca più antica che abbia mai partecipato a questa regata. Non sarà la prima Sydney Hobart per il Katwinchar, il piccolo ketch aveva già partecipato nel 1951, agli albori della Sydney Hobart, perdendosi in mare per due giorni e riapparendo il 3 gennaio nel porto di Sydney.

Il Katwinchar non sarà neanche l’unica barca in legno. Con lei ci saranno anche il Fidelis disegnato da Nigel Stokes, una barca strettissima come si usava una volta, che ottenne un premio alla Sydney Hobart già nel 1966, con lei il Kialoa, uno Sparkman & Stephens armato a yawl che partecipò nel 1971.

Infine ci sarà anche il Love&War, uno Sparkman & Stephens 47 che è una delle due barche ad aver mai vinto la Sydney Hobart per tre volte, l’ultima delle quali nel 2006.

La Rolex Sydney Hobart è una regata corsa per la prima volta nel 1944 in piena seconda guerra mondiale. La competizione parte da Sydney, in Australia, per arrivare a Hobart, in Tasmania. La rotta è di 628 miglia. La parte più difficile della regata è il tratto di mare aperto che va dall’Australia alla Tasmania, il famigerato stretto di Bass, dove nell’edizione del 1988 una burrasca particolarmente forte e delle errate informazioni meteo portarono a una tragedia. Decine di barche ebbero danni molto gravi, molte di queste non tornarono mai a navigare, molti equipaggi si rifugiarono sulle zattere di salvataggio, 6 uomini persero la vita.