sabato 29 gennaio 2022
  breaking news

Rete internet sotto il mare

Scienziati italiani studiando la creazione di una rete internet subacquea per controllare i droni

Roma – L’acqua è 750 volte più densa dell’aria, è salata ed è in movimento, tutti fattori che si scontrano con la propagazione delle onde elettromagnetiche che trasportano i dati internet e che sott’acqua non si propagano che per qualche decina di metri.

Dal momento che i mari della terra sono molto meno conosciuti del sistema solare, riuscire a trasmettere sott’acqua, significherebbe poter controllare una flotta droni che si aggirerebbero negli abissi per svelarne i segreti.

L’obiettivo piuttosto ambizioso di creare una rete internet subacquea è di un team di scienziati italiani coordinato dalla dottoressa Chiara Petrioli che operano all’Università La Sapienza di Roma e che hanno creato il progetto Sunrise.

“La capacità di trasmettere a causa dell’increspatura del mare può cambiare persino nell’arco di pochi minuti, - spiega la dottoressa Chiara Petrioli. - Rendere affidabile il collegamento tra due dispositivi è possibile solo attraverso una rete in grado di apprendere dinamicamente il miglior modo di operare e di instradare le informazioni, una sfida tecnologica che è stata uno dei principali obiettivi di Sunrise.”

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

CATEGORIE ARTICOLI

Welcome Back!

Login to your account below

Retrieve your password

Please enter your username or email address to reset your password.

Are you sure want to unlock this post?
Unlock left : 0
Are you sure want to cancel subscription?