SVN logo
SVN solovelanet
martedì 24 novembre 2020

Credit Mutuel vince la TJV in Class 40

Pietro Luciani continua a scalare posizioni

Abbonamenti SVN
ADV
Salvador de Bahia (Brasile) – Mentre per i Multi 50 la Transat Jacques Vabre è terminata, per gli IMOCA si attende l’arrivo di quattro scafi e per noi italiani Pedote, un po’ amareggiato, si è dovuto accontentare, a causa di diversi guasti tecnici, di un 17 esimo posto, in Atlantico si sta consumando il finale della TJV per la Class 40.

Mentre scriviamo Ian Lipinski e Adrien Hardy su Credit Mutuel stanno approcciando il traguardo assicurandosi così il gradino più alto del podio seguito a ruota da Leyton che dovrebbe arrivare nelle prossime ore.

Ancora lunga la navigazione è invece per Pietro Luciani, l’italiano più prossimo al traguardo. Luciani insieme a Chaterine Pourre su Earendil ha fatto una bellissima regata, conquistando giorno dopo giorno posizioni sempre migliori riuscendo a mantenerle.

In questo momento si trova in 11esima posizione e ha ancora qualche giorno per provare ad entrare nella classifica dei primi dieci. Davanti a lui Vogue avec un crohn, che viaggia con circa 40 miglia di vantaggio.

Sempre in Atlantico, ultime ore anche per Ambrogio Beccaria che, impegnato a lasciare la sua impronta nella storia della vela italiana nella Mini-Transat La Boulangere, si trova a poco meno di 300 miglia dal traguardo che presumibilmente raggiungerà in poco più di 30 ore conquistando così il primo posto nella categoria serie.

Miglia in cui bisognerà incrociare le dita. Noi italiani già ci siamo scottati le dita una volta, quando Giancarlo Pedote nel 2013 guidava la mini e sembrava non avere nulla che potesse fermarlo, ma all’ultimo momento, a 75 miglia dal traguardo, un danno al bompresso lo ha rallentato quel tanto da fargli perdere la prima posizione costringendolo ad accontentarsi del secondo posto.