SVN logo
SVN solovelanet
sabato 28 novembre 2020

La Nuova Caledonia è vicina

Il risultato finale della quarta tappa della Volvo Ocean Race, dalla Cina alla Nuova Zelanda rimane ancora incerto. Mentre la flotta si prepara a passare la Nuova Caledonia, infatti, lo scenario meteo continua a evolvere velocemente con il rischio di vedere la situazione cambiare radicalmente nell’ultimo tratto fino ad Auckland

Abbonamenti SVN
ADV
Pacifico - Con il passare delle ore, quando si è entrati nel quindicesimo giorno di regata, la separazione est/ovest ha cominciato a farsi meno importante, con la flotta che sta convergendo e il duo di testa che sta cercando di convertire la migliore posizione a est in reale vantaggio verso il traguardo. Nell’ultima posizione della cartografia, sono tre le barche che hanno virato di bordo e stanno facendo rotta a est PUMA, Telefónica e CAMPER, mentre Groupama continua con la prua a sud, in una posizione di copertura fra gli avversari e la “boa” con settanta miglia di margine sugli americani.

Dalla lettura delle ultime posizioni appare chiaro che tutti i team sono intenzionati a passare a ovest la Nuova Caledonia, lunga oltre 300 miglia, per evitare la rilevante zona di ridosso creata dalle sue alte montagne prima di far rotta verso Auckland, passando fra la grande isola e l’arcipelago delle Vanuatu. Inoltre, a complicare ulteriormente le cose, dove si trova oggi la flotta si va creando una zona di venti leggeri che potrebbero dare luogo a una compressione e a cambiamenti nella graduatoria.

Al rilevamento delle ore 14 di ieri, Groupama 4 resta in prima posizione a poco più di 1.370 miglia da Auckland e manitene un vantaggio di  di 70,1 miglia su PUMA e 114,6 su Telefónica. Abu Dhabi è in quarta posizione a 151,5 miglia tallonato da CAMPER a 151,7 mentre e Team Sanya chiude la flotta a 235 miglia dai francesi, ma fa registrare la migliore velocità con 11,7 nodi contro i 7,3 di PUMA. L’arrivo nella capitale neozelandese è sempre previsto per la giornata di sabato 10 marzo.

Posizioni al rilevamento delle ore 13 GMT (14 ora italiana) del 5 marzo 2012
1. Groupama sailing team, a 1.372,3 miglia da Auckland
2. PUMA Ocean Racing powered by BERG, +70,1
3. Team Telefónica, +114,6
4. Abu Dhabi Ocean Racing, +151,5
5. CAMPER con Emirates Team New Zealand, +151,7
6. Team Sanya, +235