SVN logo

Inseguimento nella burrasca: arrestato un contrabbandiere, un ufficiale della Guardia Costiera

La Guardia di Finanza ha fermato un motoscafo che navigava nel mare in burrasca e ha trovato a bordo 1,5 tonnellate di sigarette di contrabbando, al timone un ufficiale della Guardia Costiera

SailItalia
ADV
Bartolomeo Bertuglia, 53 anni, ufficiale di Guardia Costiera, con il lavoro che faceva avrebbe dovuto sapere che la Guardia di Finanza diventa particolarmente sospettosa quando in un giorno di burrasca vede uscire in mare una barca da diporto.

L’uomo ha voluto forzare la mano ed è uscito in mare anche se questo era agitato. Gli uomini della GdF lo hanno visto e hanno subito avvertito il reparto aeronavale che ha seguito il motoscafo dall’aria. Quando questo era sulla via del ritorno, a poche miglia da Marsala, lanciato a velocità nonostante le onde alte, i finanzieri sono entrati in azione, hanno inseguito la barca e l’hanno fermata.

A bordo gli agenti hanno trovato un carico di una tonnellata e mezza di sigarette di contrabbando provenienti dall’Africa per un valore di 150.000 euro. Bertuglia è stato arrestato e il motoscafo sequestrato.

La zona di Palermo - Marsala è una delle più attive nel traffico illecito di sigarette. I contrabbandieri comprano in Africa a bassissimo prezzo sigarette che in Italia non sono vendute perché considerate pericolose per il consumo umano, e poi le rivendono a prezzi molto bassi nel nostro paese.

Si calcola che in tutta Italia il traffico di sigarette sottragga allo Stato tra i 700 e gli 800 milioni di euro l’anno. Lo stesso, a livello europeo, arriva a costare circa 10 miliardi di euro.


© Riproduzione riservata