SVN logo

Rubano una barca, finiscono nell’uragano Larry e scompaiono in mare

Ad Halifax, in Canada, una barca a vela di 10 metri viene rubata, ma il ladro scompare nell’uragano Larry

Abbonamenti SVN
ADV
Halifax, Canada - La vicenda ha quasi dell’incredibile, ma stando ai dettagli diffusi dal sito web saltwire.com sarebbe tutto vero. Il 10 settembre scorso una barca a vela di 10,60 mt di nome Secret Plans, prodotta da un cantiere americano, ormeggiata presso l’Armdale Yacht Club di Halifax, in Canada, è stata rubata.

Il suo armatore, il signor Graham Collins, ha scoperto il furto della barca quando ha ricevuto una chiamata d’emergenza da parte della Guardia Costiera locale, che prima aveva provato a contattare i suoi conoscenti più vicini perché il suo localizzatore d’emergenza personale era stato attivato.

La Guardia Costiera ha riferito a Collins che il segnale GPS portava dritto nelle fauci dell’Uragano Larry, al largo della Nuova Scozia. Collins da prima ha negato che potesse essere il suo beacon (il localizzatore personale). Questo si sarebbe dovuto trovare nella sua barca tranquillamente ormeggiata al Club, ma l’illusione di Collins è durata poco: è bastata una telefonata al club per scoprire che la sua barca non c’era più.

Qualcuno aveva scelto il momento peggiore per rubarla.

Chiunque fosse salpato con la barca di Collins non aveva fatto i conti con Larry, l’uragano che in questi giorni ha devastato l’America del nord. La rotta dell’incauto ladro era direttamente in collisione con quella di Larry. L’incontro deve essere stato devastante. Lo skipper criminale ha dovuto lanciare un mayday attivando il Becon personale di Collins che si trovava sulla barca.

Come il segnale è stato captato sono scattati i soccorsi, cercare una barca nel bel mezzo di un uragano con venti a 70 nodi e onde difficilmente descrivibili ha richiesto tutto il coraggio degli uomini della Guardia Costiera, ma per quanto questi abbiano fatto non sono riusciti a trovare la barca.

A un certo punto l’avvistamento di un razzo segnalatore, che con tutta probabilità è partito dalla barca di Collins, ha fatto sperare, ma arrivati sul posto, i soccorritori non hanno trovato nulla.

Il 10 metri, poi, era armato per una navigazione sotto costa e non aveva a bordo una zattera di salvataggio.

La polizia sospetta che il ladro possa essere Karin Marley Simons, un uomo arrestato in Quebec pochi giorni prima per traffico di droga ed evaso. Simons sarebbe un abile marinaio, con un certificato di yachtmaster della Royal Yachting Association.

Non sappiamo ancora se questo sospetto corrisponda a verità, le ricerche sono ancora in corso anche se la possibilità di trovare dei superstiti sono praticamente nulle.

© Riproduzione riservata