SVN logo

Il mistero della velista scomparsa a largo delle Bahamas

Ha 52 anni e indossa un giubbotto con localizzatore personale, ma della velista scomparsa nessuna traccia

Abbonamenti SVN
ADV
Tragedia a largo delle Bahamas dove sono state interrotte le ricerche di Britt Taylor, velista di 52 anni di cittadinanza canadese ma residente in America, caduta in mare in una posizione non precisata a circa 170 miglia a est delle Bahamas, nella notte tra martedì 1 giugno e mercoledì 2 giugno.

Dopo 63 ore, coprendo 18.140 miglia quadrate, quasi le dimensioni del Costa Rica, la Guardia Costiera ha deciso di interrompere le ricerche.

A dare l’allarme per la scomparsa della velista è stato Tony Newling Ward che, insieme alla Taylor, stava effettuando un trasferimento da Porto Rico ad Annapolis della barca a vela di 42 piedi Small World IV.

L'uomo ha raccontato di essere uscito in coperta alle 2:30 di mercoledì per dare il cambio alla velista e di non averla trovata a bordo. Ward ha riferito di aver visto Taylor l'ultima volta alle 21:30 di martedì, quando lei ha iniziato il turno di notte.

Secondo la sua ricostruzione la Taylor doveva indossare un giubbotto di salvataggio con localizzatore personale che avrebbe dovuto dare l’allarme agli strumenti di bordo una volta che la donna è finita fuori bordo, ma misteriosamente questo non è accaduto.

Ward, non trovando Britt sul ponte, ha subito invertito la rotta, mentre dava l’allarme, ed è tornato sulla sua scia per cercare di individuare la donna. Nel frattempo sono scattati i soccorsi, ma di Britt Taylor nessuna traccia.

Permangono attivi gli avvisi ai naviganti, mentre le ricerche con i mezzi di soccorso aerei al momento sono state sospese come da protocollo.

Tweet Guardia Costiera
A sinistra il tweet postato su Twitter il 3 giugno dalla auotorità all'inizio delle ricerche e a destra il tweet postato il 5 giugno in cui viene comunicata l'interruzione delle ricerche


© Riproduzione riservata