martedì 31 gennaio 2023
  breaking news

Dopo due anni torna il Boot, il più grande salone tedesco

Il Boot di Dusseldorf torna ad aprire i suoi battenti per la prima volta dopo la pandemia. Ecco alcune delle barche che potremo visitare al salone nautico tedesco

Solaris 50
Solaris 50

Gli ultimi due anni il Boot il più importante salone nautico europeo e forse del mondo li ha trascorsi tra chiusure e grandi polemiche. Per ben due volte il salone è stato disdetto a ridosso della sua apertura causando danni molto gravi agli espositori che già avevano speso molti soldi per la loro partecipazione, la cosa non è piaciuta a molti espositori che oltre al danno hanno dovuto subire la beffa di ricevere la richiesta di pagare parte del salone anche se questo non ha aveva aperto i battenti.

Le polemiche con il tempo si sono sopite e ora rimane solo la voglia di fare il miglior salone possibile. Il Boot darà anche un’idea precisa sull’andamento dei mercati europei, mercati che per quanto i venti di guerra che soffiano sull’Europa annuncino una leggera recessione, non sembrano registrare alcuna flessione.

A differenza di altre edizioni dove qui si lanciavano le anteprime mondiali dei nuovi modelli, quest’anno al Boot arriveranno molte barche che abbiamo già visto nei saloni autunnali di Cannes e Genova. Comunque al Boot ci saranno molte barche interessanti da vedere e qui ve ne suggeriamo alcune.

Solaris 50

Lo abbiamo già visto a Genova nel suo ambiente naturale, l’acqua, qui a Dusseldorf avremo la possibilità di vederlo fuori dall’acqua. Come tutti i modelli di questo cantiere italiano, il Solaris 50 è particolarmente bello, una barca che declina ancora una volta il concetto di bellezza secondo Solaris. Anche questo è un modello che ha già registrato un grande successo e noi di SVN speriamo di avere l’opportunità di provarlo quanto prima. Il cantiere sarà presente a Dusseldorf con il Solaris 40, il Solaris 50 e il Solaris 60.

Grand Soleil 40

Grand Soleil 40
Grand Soleil 40

Se si parla di Solaris, non si può non parlare del Cantiere del Pardo, i due sono il fiore all’occhiello della produzione nazionale. Pardo porta al Boot uno dei suoi ultimi modelli che per il 2022 sono stati due, il Grand Soleil 40 e il Grand Soleil 72. A Dusseldorf ci sarà il Grand Soleil 40.

Si tratta di una barca in pieno stile Pardo, un fast cruiser aggressivo che promette di divertire il proprio armatore sia in regata che in crociera. La barca ha qualche innovazione soprattutto nel posizionamento dell’albero e del timone che Matteo Polli, il suo disegnatore, vuole rispettivamente più indietro e più avanti di quanto sarebbe opportuno ai fini dell’ottimizzazione degli interni, cosa che fa impazzire Nauta Design che ha il compito di gestire i volumi interni e gli spazi esterni nel progetto.

Neo 570

Neo 570
Neo 570

Sempre per i cantieri di eccellenza made in Italy, a Dusseldorf sarà presente la Neo Yachts che esporrà il suo Neo 570, una barca di cui abbiamo già parlato diverse volte perché la riteniamo tra le barche più innovative del 2022.

Esternamente è una barca molto tirata adatta a lunghe navigazioni d’altura, mentre internamente, senza rinunciare alla semplicità della divisione dei volumi propria di barche di questo tipo, è una barca bella e ben rifinita. Il Neo 570 è una barca che rompe con l’idea che una barca ogni tempo debba essere necessariamente spartana e poco rifinita.

Jeanneau Yacht 55

Jeanneau Yacht 55
Jeanneau Yacht 55

Lasciamo la produzione d’eccellenza italiana e vediamo cosa ci offrono i cantieri industriali. Iniziamo con la Jeanneau che porta tra i diversi modelli che esporrà al salone porterà anche il suo ultimo modello lo Jeanneau Yacht 55.

Non si può evitare, nel guardare questa barca, di pensare al Sun Loft 47, una modello creato qualche anno fa dalla Jeanneau in collaborazione con una società di charter molto importante. Il Sun Loft era una barca dedicata al mondo del noleggio alla cabina.

La divisione del pozzetto ricorda molto da vicino quella barca: le ruote del timone in posizione molto avanzata e la poppa in cui intorno al tavolo del pozzetto ci sono delle grandi divanerie che all’occorrenza si possono trasformare in prendisole.

Novità, il parabrezza fisso che protegge il pozzetto dal vento, ma che di contro impedisce lo scorrimento dell’aria in pozzetto.

First 44

La Beneteau come sempre arriverà a Dusseldorf con un grande spiegamento di mezzi. Il cantiere francese porterà al Boot ben dieci modelli dal piccolo First 24 al grande Oceanis Yacht 60. Tra questi il modello che competerà per essere quello più visitato sarà il nuovo First 44 insieme al First 36 e all’Oceanis 34.1.

First 44
First 44

Il First 44, opera della coppia ormai ben collaudata composta da Roberto Biscontini per le linee d’acqua e da Lorenzo Argento per lo stile, sta riscuotendo un ottimo successo anche se non è esattamente quello che il pubblico si aspettava.

Molti attendevano di vedere una nuova versione dei vecchi First, ma il 44 è decisamente più sbilanciato verso la crociera veloce che verso la regata, anche se nell’altura dovrebbe dare delle belle soddisfazioni al suo armatore.

Impression 43

Un nuovo appuntamento con lo studio Pininfarina. Dopo l’E6 il cantiere Sloveno presenta l’Impression 43, il primo modello della gamma cruiser dell’Elan, modello disegnato per lo stile dallo studio Pininfarina.

L'Impression 43 è una barca che vedremo nei prossimi giorni al salone di Dusseldorf.

Impression 43
Impression 43

Quelle sino a qui elencate sono solo alcune delle barche uscite nel 2022 che reputiamo interessanti e che saranno visibili a Dusseldorf. Oltre a queste, che sono quelle più conosciute nel nostro paese, ci sono molte altre barche prodotte in Nord Europa, molte di queste non sono barche adatte a navigare nei nostri mari.

© Riproduzione riservata

Adria Ship Adria Ship Adria Ship
ADVERTISEMENT

Iscriviti alla nostra Newsletter

Per rimanere connesso con il mondo della vela e non perderti i nostri articoli, video e riviste, iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti

CATEGORIE ARTICOLI