SVN logo
SVN solovelanet
martedì 24 novembre 2020

A Numana la prima clinica per tartarughe

In Adriatico mille metri quadri di mare sono stati dedicati alla riabilitazione delle tartarughe salvate dalla protezione civile

Abbonamenti SVN
ADV
Numana - La tartaruga Valeria, una Caretta Caretta, salvata dalla Protezione Civile nel 2013 dalle reti a strascico, finite le cure, sarà il primo ospite del centro di riabilitazione per tartarughe creato dal Comunale di Numana in collaborazione con la Fondazione Cetacea Onlus di Riccione, lo Studio Ideazione di Castelfidardo, e con il sostegno dell'Ente Parco nell'ambito del protocollo europeo Ipa Adriatic NetCet.

Il centro che si trova tra l’arenile dei Frati e la Spiaggiola sul lungo mare di Numana, accoglierà qualche decina di tartarughe l’anno dando la possibilità agli animali di riprendere le proprie abitudini e forze prima di tornare in mare aperto.

Il centro di recupero, servirà anche a fini scientifici, sarà un'oasi in cui i biologi esperti e numerosi volontari studieranno l'iter riabilitativo degli esemplari di Caretta Caretta in un contesto adatto per profondità dei fondali e per la presenza in vasta quantità di pesci e molluschi, che sono alla base del regime alimentare delle tartarughe.

Si è calcolato che nell’Adriatico ad oggi vivono tra i 50 mila e gli 80 mila esemplari di Caretta Caretta.